L’Asta pareggia in extremis, ottenendo un punto importantissimo in chiave classifica

Asta Taverne (4-4-2): Anselmi; Seri (Guidarelli 33’ St), Grassini, Di Renzone, Bardotti (Gianni 21’ St); Discepolo, Uznanski (Curcio 1’ St), Mazza, Jrad; Dieme, Doka. A disposizione: Cicali, Cinelli, Pugliese, Cappelli, Bianchi. Allenatore: Stefano Bartoli

Lastrigiana (3-5-2): Marziano; Chiavacci, Borselli, Nencini; Pierattini, Mazzanti (Tomeo 45’ St), Del Colle, El Youssefi (Guasti 33’ St); Del Pela; Palaj (Crini 32’ St), Bibaj (Caparrini 41’ St). A disposizione: Lavorini, Bardazzi Marchi, D’Alessandro, Becagli. Allenatore: Alessandro Gambadori.

ARBITRO: Borriello sezione di Pontedera

MARCATORI: Del Colle 5’ Pt (L); Dieme 8’ Pt (A); Del Pela 3’ St (L); Discepolo 45+5’ St (A)

Note: AMMONITI: Uznanski 27’ Pt (A); Di Renzone 17’ St (A); Grassini 37’ St (A); Dieme 40’ St (A), ESPULSO: Mazza 45’ St (A)

Cronaca

Sull’orlo del baratro l’Asta trova il modo per uscirne illesa. Un 2-2 pirotecnico quello tra gli arancioblè e la Lastrigiana al campo sportivo di Uopini. Gli ospiti sbloccano subito il risultato con il tiro di Del Colle su punizione che, complice anche una deviazione, finisce alle spalle di Anselmi. L’Asta però rialza la testa immediatamente e tre minuti dopo trova il fondo della rete con Dieme, il più reattivo a ribadire in porta la respinta di Marziano sul tiro di Doka. Nella ripresa arriva la doccia fredda per gli arancioblè: una triangolazione libera Del Pela che fa 1-2. Nel forcing finale la partita si innervosisce e a pagarne le spese è Lorenzo Mazza, sanzionato con il rosso diretto per un gomito troppo alto su uno stacco di testa. Quando ormai la partita sembrava terminata, al 95esimo, l’Asta conquista una punizione di cui se ne incarica Discepolo. Da poco più di 25 metri il numero 10 dell’Asta pennella con il mancino per il 2-2 finale che fa esplodere di gioia la squadra di Bartoli. Il prossimo impegno dell’Asta sarà un altro scontro diretto per la salvezza, contro il Firenze Ovest.

Bartoli: ”La partita andava affrontata in modo diverso”

”E’ stata una partita al di sotto della nostre aspettative, andava affrontava in modo diverso – ha spiegato l’allenatore Stefano Bartoli al termine della partita – non mi sono piaciuti i gol subiti all’inizio, c’è stato proprio un atteggiamento sbagliato che ci ha obbligati a fare entrambi i tempi di rincorsa e a inseguire gli avversari. Per fortuna poi ultimamente riusciamo quasi sempre a riprendere il risultato”.

”Dopo il gol primo gol subito abbiamo avuto una bella reazione – ha proseguito il mister – dopo il secondo, invece, siamo caduti di qualità e di palleggio e non abbiamo trovato le giocate che cercavamo”. Il pareggio ha consentito all’Asta di dare continuità alla vittoria contro la Fortis: ”Alla fine l’abbiamo giudicato un punto santo, ci permette di dare continuità di risultati in questa fase importante”.

A proposito di sfide decisive, nella prossima giornata l’Asta farà visita al Firenze Ovest: ”Recupereremo due giocatori – ha concluso Bartoli – di contro però se ne perdono altri due per squalifica. L’espulsione di Mazza la vorrei rivedere, non mi sembrava così evidente, lui salta sempre così”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui