Tre itinerari turistici nel centro storico di Siena

Non solo restauro delle lapidi dantesche, ma anche nuovi itinerari turistici ad esse legate. E’ quello a cui ha pensato il Comune di Siena, nell’ambito peraltro delle celebrazioni per i 700 anni della morte del Sommo Poeta. L’amministrazione, attraverso l’assessorato al turismo di Alberto Tirelli, ha pensato a tre itinerari diversi sui luoghi danteschi e su personaggi e luoghi citati da Dante, che toccheranno anche le lapidi in restauro: Piazza del Campo, via Garibaldi, vicolo del Tiratoio, via del Moro, vicolo della Torre, via Vallerozzi, vicolo Beato Pier Pettinaio e via della Diana.

“Da tempo stiamo lavorando – ha spiegato l’assessore al turismo Alberto Tirelli – insieme alle guide di Siena, a tre itinerari turistici che prevedono la conoscenza e l’approfondimento della presenza dantesca a Siena. Stiamo attendendo l’inizio dei restauri, ma l’intenzione è comunque cominciare con i percorsi e avviare questi tipi di percorsi. Si tratta di un’altra opportunità per favorire il turismo e le visite a Siena, creando più occasioni anche per far tornare le persone a più riprese. Stiamo lavorando molto sulla ‘destinazione Siena’, anche i press tour organizzati negli ultimi giorni stanno già cominciando a dare frutti con il ‘tam tam’ che si crea a livello nazionale”.

I percorsi partiranno da luglio e proseguiranno per tutta l’estate. Parallelamente, durante la seduta della giunta comunale di Siena è stata accolta la richiesta presentata dal Lions Club di Siena, con la quale l’associazione ha manifestato la volontà di donare al Comune di Siena, facendosi carico di ogni onere di spesa per l’esecuzione delle opere (intorno ai seimila euro), il restauro delle 8 lapidi, presenti all’interno della città, che riportano versi tratti dalla Divina Commedia di Dante Alighieri e relativi a personaggi senesi dell’epoca.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui