Ladri in azione dentro la sede degli "Amatori Pici Chianciano"

Rubati veicoli e attrezzature da cucina

Doppio furto a Chianciano Terme nella notte di martedì 14 settembre, di cui sono state vittime una nota officina della cittadina termale e la sede dell’associazione culturale “Amatori Pici Chianciano”. Alcuni ladri infatti, tra le 2 e le 4 del mattino, hanno scassinato le porte d’ingresso dei due fabbricati, vicini tra di loro qualche decina di metri, agendo completamente indisturbati e riuscendo nell’intento di sgraffignare qualsiasi cosa trovassero sul proprio cammino. Le forze dell’ordine stanno ancora vagliando i filmati delle telecamere di sorveglianza dei due edifici e quelle dell’area circostante.

Ad essere rubati dall’officina sono stati due veicoli (probabilmente un furgone e una station-wagon) e altre attrezzature da lavoro, come computer e utensili. Dalla sede dell’associazione culturale, invece, sono state sgraffignate alcune attrezzature per la cucina, ed è stata sfondata la porta del capannone facente parte della stessa proprietà: danni stimabili per qualche migliaia di euro. Lo stesso consiglio direttivo degli “Amatori Pici Chianciano” si era incontrato in riunione quella stessa sera, e con ogni probabilità i ladri hanno atteso che la gente andasse via prima di colpire.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui