Nasce oggi quella che è la Virtus Siena 2020-2021 con la conferenza stampa che presenta il nuovo duo che prenderà le redini della squadra nella prossima stagione di C Gold. Saranno infatti Giulio Griccioli, come direttore tecnico, e Andrea Spinello come coach a guidare la formazione senese. Una squadra che punterà ancora una volta sul settore giovanile, che in casa Virtus ha portato sempre tante soddisfazioni. I nomi ovviamente più “blasonati” sotto questo punto di vista sono quelli di Giulio Bartoletti classe ’99 e quello di Renè Ndour classe ’00. I due hanno intrapreso già da tempo il percorso della prima squadra facendo vedere l’anno scorso buonissime cose sul parquet del PalaPerucatti.

Gli obiettivi

Riparte dunque da qui la Virtus, che come conferma Voltolini responsabile prima squadra e addetto stampa e marketing, ripartirà dai giovani. In aiuto ai giovani sarà presente una solida base di veterani che aiuterà la società in quello che è l’obbiettivo primario, la crescita di nuovi talenti. Riguardo agli obbiettivi di classifica coach Spinello dichiara che “è ancora troppo presto per sapere a cosa può ambire la squadra”. La stessa cosa affermano Voltolini e Griccioli, anche perché “la situazione della serie C Gold è ancora tutta da definire con solamente poche squadre iscritte”. Si parla di un possibile ritorno del derby con la formazione gialloverde del Costone che sembra essere interessata ad un possibile ripescaggio nella serie superiore.

Lo staff Virtussino pronto per la nuova stagione

Il nuovo direttore tecnico

Come annunciato da qualche giorno sarà Giulio Griccioli il nuovo responsabile dell’area tecnica, un grande nome di spicco del panorama cestistico italiano. Proprio Griccioli afferma di aver “accettato l’incarico della società di Bruttini per ricoprire un ruolo di seconda linea. Soprattutto nella crescita dei giovani e nel percorso d’inserimento nella prima squadra”. L’ex Mensana sarà accompagnato in questo da Maurizio Lasi, che come afferma lo stesso Griccioli, “in questo campo ha un bagaglio d’esperienza notevole che aiuterà molto la società”. Per quanto riguarda la scelta del coach tutti affermano che “è una scelta benvoluta dall’intera società e dallo stesso Griccioli che in passato ha anche allenato Spinello a livello giovanile”. Con questa mossa la Virtus dimostra di essere non solo una società che si produce ottimi giocatori in casa, ma anche una squadra in grado di creare nuovi allenatori. Come dimostrato in passato da Griccioli e nel presente da Spinello.

21 nato a Siena, studente di Scienze della comunicazione, grande appassionato di Basket e innamorato della mia città.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui