Illuminata l’antica casa-torre, che adesso arricchisce lo skyline di Colle Alta

Adesso lo possiamo dire: la Città di Colle Val d’Elsa ha onorato il suo illustre concittadino Arnolfo di Cambio.

E’ stata finalmente illuminata la famosa casa torre, che fu del celebre architetto, arricchendo lo skyline di Colle alta di un elemento ancora più significativo, che va a rendere ancora più affascinante il castello.

Se ne sono accorti i colligiani, che queste sere hanno visto un bagliore nuovo provenire nei pressi della zona del Baluardo.

L’operazione è senza dubbio riuscita, e gli elementi illuminotecnici possiamo dire sono riusciti nell’impresa di dare nuova centralità all’antica torre.

Il Comune aveva formalizzato a fine estate l’acquisto dell’antico immobile, edificio fortemente identitario della città, costruito nella seconda metà del XII secolo. La tradizione locale proprio qui vuole i natali di Arnolfo di Cambio.

Adesso la giunta Donati corre spedita verso il suo intento: trasformare la Torre in uno spazio museale dedicato alla Colle antica, avvalendosi anche della parte alta come eventuale punto panoramico.

L’ambizione sarebbe quella di collocare Casa Torre di Arnolfo negli itinerari delle “Case della Memoria” della Regione Toscana, insieme a Casa Leonardo ad Anchiano di Vinci, Casa Giotto a Vicchio, Casa Masaccio a San Giovanni Valdarno, Casa Piero della Francesca a Sansepolcro, etc.

I giorni del 3 e 4 dicembre, grazie alla collaborazione di Fondazione Musei Senesi, Opera Laboratori, Pro Loco e Gruppo Archeologico Colligiano, sarà possibile partecipare alle visite guidate gratuite alla scoperta della Casa Torre, le quali sono praticamente sold-out.

In previsione altre tre aperture straordinarie, presumibilmente nel mese di dicembre. Questo per venire incontro alla grande voglia dei colligiani di riscoprire un pezzo vivo della propria storia cittadina.

Un etrusco con gli occhi puntati sulla Valdelsa. Aperto a tutto quanto si muove nelle città e nei paesi a nord di Siena, per raccontare la vitalità di terre antiche e orgogliose, ma anche dal cuore grande

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui