Terrecablate, in collaborazione con Whatmatters, realizza un nuovo modo di fare impresa in grado di coinvolgere il territorio senese

Questa mattina, nell’auditorium di Viale Toselli, l’amministratore unico di Terrecablate Marco Turillazzi e Luca Bianchi, business di Whatmatters, hanno presentato Serra Digitale, una piattaforma virtuale con lo scopo di raccogliere idee e proposte a sostegno del territorio.

Terrecablate, azienda d’eccellenza tra gli operatori di telecomunicazioni in Toscana e leader nella provincia di Siena, nell’ambito di un percorso volto alla sostenibilità d’impresa, è divenuta nel marzo scorso una società benefit e compie adesso un altro importante passo lanciando il progetto Serra Digitale.

Nella creazione della piattaforma web, Terrecablate si è ispirata ad una serra perché, come questa ha lo scopo di far germogliare le idee che vi vengono seminate così la Serra Digitale punta a convertire in progetti concreti che le idee che vi sono confluite. Sono chiamati a “seminare” queste idee tutti gli stakeholder dell’azienda: imprese, dipendenti, associazioni e qualsivoglia portatore d’interesse.

Inizialmente chi vorrà partecipare con le proprie idee al progetto, potrà richiedere di entrare nel portale Serra Ditale, presente sul sito di Terrecablate, inviando una mail di richiesta.

“La piattaforma serve affinché i nostri stakeholder propongano progetti, che – precisa Marco Turillazzi–possono essere realizzati direttamente da noi, oppure attraverso forme di cofinanziamento, crowdfunding che riguardano lo sviluppo di questo territorio”.Terrecablate punta quindi al raggiungimento di progetti anche ambizione, come lo sono stati i tre già portati a termine, fra cui la recente cablatura del Comune di Radicondoli.

Luca Bianchi sostiene che:”La Serra digitale è lo strumento più efficace per far perseguire gli obiettivi di sviluppo comune di Terrecablate, facendo nascere dal basso i progetti”.Ogni anno la società avrà a disposizione un dividendo sociale a disposizione di progetti etico sociali attivi sul territorio”.

”La società Terrecablate da modo di intervenire creando benefici e ricadute positive all’intero territorio provinciale – assicura Francesco Guarguaglini, presidente del consorzio Terrecablate – Oggi riusciamo in maniera tangibile a vederne anche gli effetti: quando si riesce a portare un servizio in una piccola comunità, in un territorio dove i numeri non consentirebbero uno sviluppo economico di quel tipo di servizi, questo è motivo di soddisfazione”.

Le parole di Marco Turillazzi, amministratore unico di Terrecablate

“Abbiamo realizzato una piattaforma d’interazione tra i portatori d’interesse dell’azienda – ha detto Luca Bianchi business partner Whatmatters -, utilizzando la metafora della serra, ove vengono seminate idee che potranno germogliare in veri e propri progetti concreti ad impatto positivo sul territorio.

, quale strumento di ascolto e condivisione con tutti gli stakeholder, che rappresenta il vero passo verso un’autentica sostenibilità d’impresa, ossia un trend in costante crescita non solo all’interno delle grandi aziende, ma in tante piccole e medie realtà imprenditoriali”.

Le parole di Francesco Guarguaglini, presidente del Consorzio Terrecablate

Sono una giovane studentessa della facoltà magistrale di Lettere, maremmana di nascita, ho lasciato l'Argentario da quattro anni per vivere e studiare a Siena. Mi interesso di politica, ambiente e attualità, con il proposito di capire e raccontare la cronaca di un territorio tanto antico e ricco di storia quanto vivo e vitale come quello senese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui