CAMPIONATO SERIE C 2022 2023 ACR SIENA VS FERMANA

Nella tana della seconda in classifica, oltre agli infortunati di lunga data, i bianconeri dovranno fare a meno di Buglio, Paloschi, Collodel e forse Favalli

La sconfitta contro la Fermana di martedì scorso ha lasciato l’amaro in bocca a tutto l’ambiente bianconero, soprattutto perchè la Robur aveva ampiamente dimostrato di meritare la vittoria. Per fortuna, il Siena ha già l’occasione del riscatto tra le mani, dato che già oggi alle 14.30 tornerà in campo per affrontare il Gubbio in trasferta. La partita del Barbetti però non sarà semplice, innanzitutto perchè gli eugubini sono una delle rivelazioni del campionato, come testimonia il secondo posto in classifica.

Il vero avversario della squadra di mister Pagliuca continuano ad essere però gli infortuni. Alla lunga lista composta già da Mora, De Paoli, Buglio e Paloschi nelle ultime ore si sono aggiunti anche Collodel, per un problema all’adduttore, e un influenzato Favalli, che è tra i convocati ma difficilmente sarà della partita. Il suo posto sulla fascia sinistra dovrebbe essere preso da Riccardi o Franco, mentre sulla destra è confermato Raimo, così come al centro ci saranno Crescenzi e Silvestri. In mezzo al campo, affianco a Leone, dovrebbero esserci Castorani e Meli. In attacco torna Disanto dalla squalifica, insieme a lui ci saranno Belloni e Arras, con Frediani pronto a subentrare in caso di necessità.

Il Gubbio è una squadra davvero molto temibile. I rossoblù sono il miglior attacco del campionato e vengono da tre vittorie consecutive, di cui l’ultima per 4-0 sul campo della Vis Pesaro. In panchina c’è Piero Braglia, tecnico molto esperto per la Lega Pro che non riporta bei ricordi alla mente dei bianconeri, visto che allenava il Cosenza nella finale playoff del 2018 a Pescara. La rosa eugubina è fatta da giocatori di grande livello, come Mbakogu e Arena, e c’è anche l’ex Bulevardi, oltre a Denis Portanova, uno dei figli di Daniele.

Al Siena servirà dunque un’impresa per avere la meglio su una squadra come quella umbra, a maggior ragione considerato che la affronterà in piena emergenza. Tuttavia, ormai la Robur è paradossalmente abituata a questa situazione ed è proprio nelle difficoltà che ha saputo esaltarsi fino ad ora. L’obiettivo è quindi quello di ripetere la prestazione di martedì, con la consapevolezza che giocando in quel modo solo la sfortuna potrà impedire ai bianconeri di tornare a casa con il sorriso.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui