Al Franchi termina 0-0. Gli arancioni giocano gran parte del secondo tempo in inferiorità numerica per l’espulsione di Ricci, ma il Siena non riesce a segnare. Guberti colpisce una traversa

Siena – Pistoiese 0-0
Reti:
Siena (4-3-3): Lanni; Mora, Milesi, Terzi, Farcas; Acquadro, Pezzella (25′ st Bianchi), Cardoselli (37′ st Montiel); Varela (25′ st Guberti), Paloschi (25′ st Karlsson), Disanto (37′ Conti). A disposizione: Mataloni, Marocco, Terigi, Zaccone, Marcellusi, Peresin, Darini. All. Gilardino.
Pistoiese (4-3-1-2): Pozzi; Gennari, Ricci, Sabotic, Sottini; Romano (32′ st Moretti), Santoro (8′ st Martina), Mal (32′ st Minardi); Castellano (33′ st Tempesti); Pinzauti (8′ st Ubaldi), Vano. A disposizione: Toselli, Donini, Stijepovic, Basani, D’Antoni, Deratti. All. Sassarini
Arbitro: Frascaro di Firenze
Note: Angoli 5-4; Espulso al 15′ Ricci; Ammoniti Vano, Bianchi; Recupero pt 1′, st 5′; Spettatori 2005 di cui 14 ospiti.

Il Siena non sfonda il fortino della Pistoiese e il derby del Franchi termina a reti bianche. Gli arancioni finiscono in dieci al 15′ del secondo tempo per via dell’espulsione di Ricci, per un fallo da ultimo uomo su Varela. I bianconeri però non sono quasi mai pericolosi, se non con una traversa colpita da Guberti, e collezionano il primo pari interno della stagione.

Primo tempo – Gilardino conferma Disanto nel tridente lasciando in panchina capitan Guberti e schiera di nuovo Pezzella davanti alla difesa. La Robur prende immediatamente in mano il possesso palla, ma nei primi dieci minuti l’unico tentativo è una telefonata di Pezzella a Pozzi. La Pistoiese si affaccia per la prima volta dalle parti di Lanni al 13′ con una rimessa laterale di Sottini per la testa di Vano, ma il portiere bianconero la mette in corner. Al 22′ gran tiro da fuori area di Pezzella, Pozzi respinge non benissimo e sulla palla si avventa Acquadro, che però la rimette dove non c’è nessuno. Dopo un intero primo tempo abbastanza tranquillo, il Siena si sveglia Al 39′ gran cross di Acquadro ribattuto da un difensore degli arancioni, palla che finisce tra i piedi di Disanto che calcia a botta sicura ma non inquadra lo specchio della porta. Due minuti dopo calcio d’angolo di Disanto per la testa di Paloschi, la conclusione del centravanti bianconero è molto angolata ma Pozzi compie un miracolo. Paasa appena un minuti e Disanto crossa da sinistra e trova Acquadro completamente libero in area a pochi passi dalla porta, però ma il suo colpo di testa è molto centrale e finisce addosso a Pozzi. In pieno recupero la Robur va ancora vicinissima al gol con una palla di Acquadro messa nell’area piccola, il portiere della Pistoiese non trattiene e sul pallone arriva Paloschi, che però sbaglia clamorosamente.

Secondo tempo – Il primo vero squillo della ripresa arriva al 14′ con un colpo di testa di Paloschi ancora su corner, il tiro termina sull’esterno della rete e dà l’illusione ottica del gol. La Pistoiese nel frattempo esegue un doppio cambio, facendo entrare anche l’ex Martina, e passa al 5-3-2. Al 15′ la partita sembra cambiare: lancio di Pezzella per Varela, l’uruguaiano è più veloce di Ricci che per fermarlo lo trattiene per la maglia: per l’arbitro e fallo da ultimo uomo e rosso diretto. A questo punto la Pistoiese si rintana definitivamente nella sua metà campo ed il Siena prova ad imbastire un assedio. Gilardino effettua tre sostituzioni, facendo entrare Karlsson, Guberti e Bianchi per Paloschi, Varela e Pezzella. Proprio il neoentrato Guberti al 26′ sfiora il gol con un meraviglioso tiro a giro che però si stampa sulla traversa. Dopo questa grande occasione però la partita si addormenta, con la Robur che non mette quasi per niente pressione alla difesa degli arancioni, nemmeno nel corso dell’assalto finale.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui