Pianese (foto di repertorio)

I due giocatori ritroveranno le Zebrette da avversari in caso di non ripescaggio in Serie C

In attesa di capire se nel proprio futuro ci sarà il professionismo o un nuovo anno in Serie D, i vertici bianconeri, insieme al nuovo allenatore Fabio Prosperi, hanno già iniziato a programmare la stagione che verrà. Ovviamente, il non sapere la categoria a cui si parteciperà mette molto i bastoni tra le ruote a chi ha potere decisionale sul mercato, perchè allestire una squadra per la Serie C e una per la massima divisione dilettantistica – anche solo per il fattore quote – non è certo la stessa cosa. “È stata una stagione esaltante quella vissuta dalla Pianese – aveva detto il neo mister amiatino – . Prima di fare proclami dobbiamo vedere quali giocatori rimarranno e quali arriveranno anche se sono convinto che il Presidente farà di tutto per allestire con il direttore sportivo un’ottima squadra”.

Prima degli acquisti, quindi, il credo del direttore sportivo Francesco Cangi ha fatto sì che ci si adoperasse per sfoltire la rosa. Le prime due cessioni sono state eccelse e sono andate a rimpolpare due società costiere, una delle quali si proporrà sicuramente tra le outsider del prossimo campionato: Mihael Modic, infatti, è passato al Follonica Gavorrano; Tomas Lopez Petruzzi, invece, è finito al Seravezza Pozzi. Il primo, bosniaco del 1998 cresciuto nel settore giovanile del Milan con Cutrone e Donnarumma, ha sposato la causa grossetana dove da poco ha preso le redini il leggendario Marco Masi, indimenticato vincitore della Serie D con la Pianese nel 2018/2019. Quest’anno il centrocampista, in 31 presenze, ha messo a referto 1 gol e 7 assist.

L’altro, Petruzzi, ha scelto invece di optare per la soluzione Seravezza Pozzi, allenato dall’ex Fiorentina e Pisa Christian Amoroso. L’argentino, arrivato a Piancastagnaio la scorsa estate dagli abruzzesi del Notaresco, ha inanellato lo stesso numero di presenze di Modic senza, però, andare mai a segno (ma ha la particolarità, dalla sua, di essere un difensore). Entrambi, nella più malaugurata delle ipotesi, affronteranno la Pianese nel prossimo girone dell’ex interregionale, a meno di improbabili stravolgimenti della Lega Nazionale Dilettanti riguardo alla composizione delle leghe. Rimane però pur sempre acceso un lumicino che vorrebbe gli amiatini ripescati in Serie C anche se, nelle ultime ore, si sta facendo dirompente l’ipotesi di iscrizione dell’Atalanta B che, essendo una seconda squadra, secondo il regolamento ha la precedenza ad iscriversi rispetto alle squadre della categoria inferiore. L’unica certezza, al momento, è che mister Prosperi rimarrà in panchina tanto in C quanto in D: sia lui che il collaboratore Umberto di Giacomo che il preparatore atletico Emanuele Vassalli, con cui aveva già lavorato nella biennale esperienza a Vastogirardi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui