La mostra resterà aperta dal 27 agosto fino al 19 settembre alla galleria Beaux Arts. Ingresso gratuito

Disegni, acquarelli, dipinti a olio, ma anche singolari opere d’arte come le “naturografie” che nascono da vere e proprie “azioni fisiche” come quella di collocare la tela sulla terra o nell’acqua e lasciare che la natura parli attraverso le sue tracce. C’è la potenza della natura nelle opere di Roberto Ghezzi in mostra a Siena presso la galleria Beaux Arts (in via Cecco Angiolieri, 13).

Si intitola “Il mio viaggio – Nessun luogo può essere conosciuto senza essere disegnato”: un viaggio che – prima ancora che geografico – è intimo, interiore, ancestrale e che pertanto si offre come vero e proprio itinerario alla scoperta di un insieme di luoghi, visioni, materia che portano dritto all’anima.

nor

Ecco allora che ogni “paesaggio” diventa per Ghezzi occasione per un’azione artistica: viaggiatore senza tempo, l’artista affida al disegno il compito di fissare scorci, emozioni, ricordi, vestendoli così di un segno personale, capace di dilatare il tempo fino a renderlo eterno.

I suoi acquarelli, si arricchiscono dalla materia (come foglie e fiori, terra raccolti sui luoghi dei suoi viaggi) come nel caso delle opere dedicate al territorio senese che sono caratterizzate dalla “terra di Siena” proveniente dalle Crete, utilizzata sia come componente del colore sia come protagonista della “naturografia”.

La mostra resterà aperta fino al 19 settembre ed è a ingresso gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui