taxi siena
Taxi in Piazza Giacomo Matteotti, Siena

Tra incertezze e preoccupazioni ecco come il settore si adegua alla nuova fase

Dopo la fase lockdown inizia per il settore dei tassisti la fase più complessa, quella in cui dovranno far fronte al conseguente calo di turismo ed alla difficoltà di gestione delle norme di sicurezza per il distanziamento sociale. Nonostante un lieve miglioramento della situazione rispetto al periodo di quarantena, oggi i tassisti della città di Siena devono comunque affrontare le perdite causate dalla lenta ripresa economica.

A causa della mancanza di turismo in città, i tassisti si sono organizzati per garantire il servizio lavorando a giorni alterni e con orari ridotti. Con ricavi che di fatto registrano il 70% in meno rispetto allo scorso anno. Sebbene un primo intervento di sostegno da parte del governo, al momento c’è molta preoccupazione per il futuro del settore. Infatti, come lo stesso Nicola Borghi, Presidente del Cotas sottolinea: “Lo Stato non ci ha dato nessuna garanzia per il futuro. Alla fine di giugno si interrompe la cassa integrazione ed inizia la fase più complicata”.

Anche le misure di sicurezza stanno mettendo a dura prova le attività dei tassisti costretti tal volta a far rispettare le norme precauzionali tra mascherine, gel e divisori in plexilgass. Per fortuna parte di alcune forniture sono state donate dal Comune per garantire ai conducenti lo svolgimento in sicurezza del lavoro. Chiaramente la problematica più importane è la riduzione del numero di clienti che può accedere alle vetture: oltre a una lenta ripresa del settore turistico, infatti, le misure anti Covid prevedono al momento un distanziamento anche nei mezzi. Per esempio nelle auto omologate a cinque posti è concessa l’entrata di soli due passeggeri distanti fra di loro per mantenere l’adeguata distanza.

Nell’intervista che abbiamo realizzato il Presidente del Cotas, associazione che raggruppa i 53 tassisti di Siena, Nicola Borghi ci spiega quali siano stati i cambiamenti e come il settore sta affrontando queste difficoltà.

Un tassista senese ci ha fatto anche spiegato quali siano le misure che vengono prese a bordo di ogni mezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui