“In attesa delle necessarie risposte, esortiamo i lavoratori a denunciare quanto accaduto ed eventuali altri episodi simili che dovessero verificarsi”

“L’azienda è stata prontamente messa al corrente ma chiediamo che adesso prenda posizione verso tali comportamenti. In attesa delle necessarie risposte, esortiamo i lavoratori a denunciare quanto accaduto ed eventuali altri episodi simili che dovessero verificarsi”. E’ quanto denuncia il segretario territoriale della Fit Cisl Carlo Pane a proposito di alcune aggressioni verbali tra lavoratori e la comparsa di scritte omofobe nei bagni dell’azienda Autolinee Toscane contro alcuni delegati aziendali della Fit Cisl.

Il clima è sempre più pesante all’interno dell’azienda senese di trasporto pubblico su gomma, dopo che negli ultimi mesi alcuni lavoratori sono stati aggrediti verbalmente proprio da altri lavoratori in azienda – spiega Pane. – Con la comparsa di queste scritte ad oggi la situazione è nettamente precipitata, con le aggressioni che sono diventate addirittura omofobe. Scritte vergognose nei bagni e nei locali aziendali contro alcuni nostri delegati che inneggiano all’omofobia fanno trapelare il clima di intimidazione che si respira. Molte delle persone aggredite hanno avuto il coraggio di esporsi per i propri colleghi, proprio per migliorare le condizioni lavorative, ma il clima di squadrismo presente è fortemente percepito ora anche all’esterno”. “Per questo – conclude il segretario della Fi Cisl Pane – ci vediamo costretti a denunciare pubblicamente l’accaduto e a chiedere un intervento immediato da parte dell’azienda”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui