Una struttura con 10 stanze nella bellissima cornice della Congregazione delle Sorelle dei Poveri.

È avvenuta nel pomeriggio del 4 ottobre è l’inaugurazione della Casa Accoglienza dell’ACTI per i familiari dei pazienti ricoverati all’ospedale Santa Maria alle Scotte presso la Congregazione delle Sorelle dei Poveri di Santa Caterina da Siena.

L’Associazione Cardiotrapiantati Italiani, in collaborazione con l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, ha aperto la Casa Accoglienza dove potranno soggiornare i familiari dei pazienti dell’ospedale senese.

Presenti all’inaugurazione i rappresentati delle autorità e ai professionisti impegnati nelle attività di trapianto oltre che l’assessore regionale al Diritto alla salute, Simone Bezzini che ha commentato l’apertura dello stabilimento: “è un segnale di vicinanza al sistema sanitario ma soprattutto un segnale di vicinanza alle persone che hanno bisogno del sistema sanitario, dei suoi servizi ma anche per i loro parenti. Queste persone spesso sono inserite all’interno di percorsi complessi che non hanno una durata breve”.

Abbiamo parlato anche con il presidente dell’ACTI Roberto Cioni: “oggi iniziamo un nuovo percorso dopo due anni di pandemia, prima avevamo una casa di accoglienza con tre stanze, da luglio abbiamo instaurato la collaborazione con le suore di Siena per avere un’ambiente molto più agevole, inaugurando 10 camere – continua il presidente – tutto ciò serve alle famiglie per cercare di stare più vicine possibile ai propri cari.”

Gli “onori di casa” sono stati fatti dal Cardinale Augusto Paolo Lojudice che si è occupato del taglio del nastro e della benedizione degli alloggi prima di celebrare la messa presso l’adiacente chiesa.

Le interviste complete a Roberto Cioni e Simone Bezzini.

Sono un giovane nerd senese laureato in Scienze della comunicazione. Tra un binge watching di serie TV e l'altro mi dedico alla scrittura di articoli su politica, attualità e tutto ciò che riguarda il territorio senese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui