Sono due i Punti Digitale Facile: uno all’interno del Auser di via Tolomei e l’altro nei locali della Pubblica Assistenza di Viale Mazzini

A partire da oggi sarà più facile compilare una pratica online a Siena. Stamattina sono stati inaugurati i due “Punti Digitale Facile”, uno all’interno dell’Auser di via Tolomei e l’altro nei locali della Pubblica Assistenza di Viale Mazzini, che serviranno per favorire l’inclusione digitale della cittadinanza attraverso un uso consapevole e responsabile delle nuove tecnologie. I centri sono sono promossi dalla Regione Toscana e finanziati con i fondi del Pnrr.

“Vogliamo superare il divario digitale, che dipende da un divario generazionale ma non solo – afferma l’assessore allo sviluppo informatico Giordano -. Contiamo molto su questa iniziativa, sia per abituare gli utenti a questi sistemi, sia per renderli più vicini agli investimenti che il Comune ha fatto sul sistema informatico territoriale. Dobbiamo proseguire sulla strada che abbiamo già tracciato, Siena nel 2023 è stata premiata come seconda città qualificata sullo sviluppo digitale“.

Si tratta di un servizio aperto a tutti i cittadini che hanno difficoltà nell’utilizzo dei mezzi informatici: “Puntiamo a coinvolgere soprattutto le categorie più fragili – spiega l’assessore ai servizi sociali del Comune di Siena Papi -. Cerchiamo di promuovere l’apprendimento delle competenze digitali base. E’ un servizio di supporto per le operazioni più semplici, come inviare una mail, un messaggio whatsapp, consultare l’orario di un treno. Tutto ciò è fondamentale per l’inclusione sociale, in quest’epoca la tecnologia è un importante mezzo di connessione per le persone più fragili”.

La situazione per l’alfabetizzazione digitale in Italia non è affatto buona: “C’è un problematico arretramento complessivo sull’innovazione digitale – commenta l’assessore regionale alla semplificazione informatica Ciuoffo -. Nel 2020 eravamo quartultimi in Europa, avevamo dietro di noi solo Gracia, Romania e Bulgaria. Dal 2020 al 2023 abbiamo recuperato e ci troviamo oggi in diciassettesima posizione, ma abbiamo recuperato solo sulle infrastrutture con investimenti rilevanti. Non abbiamo però fatto tanta strada sulle competenze e non riguarda solo gli anziani“.

Vincenzo Battaglia
Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui