Il cielo (di Siena) in una stanza: la rubrica di Giuseppe Saponaro

Un’idea innovativa per avvicinare, soprattutto i più giovani, ai valori dell’altruismo e della solidarietà. Al via le iscrizioni al corso di formazione “Il volontariato e i suoi valori: formarsi e crescere per essere persone migliori” ideato dalla senese QuaViO (qualità della vita in oncologia) in collaborazione con Associazione di Pubblica Assistenza e Gruppo Donatori di Sangue Val d’Arbia OdV.

nella foto la presidente di QuaViO, Vanna Galli, insieme a giovani universitari

30 partecipanti previsti con riserva di posti a favore di giovani universitari: partecipazione gratuita con iscrizione fino al 02 aprile 2021. Il progetto è realizzato a valere sul Bando “I giovani per il volontariato 2020” del Cesvot (Centro Servizi volontariato Toscana) finanziato con il contributo di Regione Toscana – Giovanisì in accordo con il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, con la partecipazione e il finanziamento della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

A partire dal 9 aprile 2021, ogni venerdì con orario 17-19, 9 incontri, tutti in diretta streaming , in cui QuaViO, organizzazione di volontariato impegnata nell’assicurare, accanto all’imprescindibile opera del sistema sanitario pubblico, il rispetto della dignità e della qualità della vita dei malati e delle loro famiglie con assistenza psicologica, sociale, sanitaria e spirituale qualificata (a domicilio e in Hospice) delle persone affette da tumore e da patologie croniche degenerative, approfondirà, insieme a Associazione di Pubblica Assistenza e Gruppo Donatori di Sangue Val d’Arbia OdV, temi legati alla solidarietà che facciano comprendere come la “cultura del dono del proprio tempo agli altri” rafforzi la consapevolezza di essere persone utili nella società moderna. Al corso potranno anche partecipare, a prescindere dall’età anagrafica, volontari già operativi all’interno di organizzazioni di volontariato. 3 temi al centro dell’attenzione: le cure palliative, la comunicazione e lo studio della sostenibilità degli enti terzo settore (fundraising). Per i volontari operanti nello specifico settore delle cure palliative il corso avrà valore formativo come da disposizioni vigenti. Docenti saranno riconosciuti professionisti delle tre tematiche. Alla fine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza. Per iscriversi o ottenere ulteriori informazioni quavio@quavio.it

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui