Sindaco e Giunta hanno avviato la campagna elettorale partendo dai centri meno popolati

Un punto di “ripartenza” per la campagna elettorale, che dice molto della filosofia civica del sindaco Andrea Pieragnoli. Che si potrebbe riassumere in “piccolo è bello”.

Infatti negli ultimi anni Casole è stato sempre un vero modello in controtendenza. In un mondo che punta solo ai grandi numeri, ad ammassare tutto in mega città e nelle grandi strutture, Casole ha dimostrato che la qualità si può trovare anche dentro le piccole comunità, che possono ugualmente portare non solo grandi risultati, ma anche una dimensione a misura d’uomo.

E così a inizio febbraio Pieragnoli ha incontrato i cittadini di Maggiano, partendo dalla frazione più piccola del Comune di Casole. Poi è stata la volta di Lucciana, poi Monteguidi e infine giovedì a Mensano.

Martedì 27 febbraio sarà la volta de Il Merlo, il 29 febbraio di Cavallano, mentre marzo sarà dedicata ai centri “maggiori”: il 6 Pievescola e infine il 13 Casole centro.

“Abbiamo ribadito la natura civica della costituenda associazione, e la voglia di lavorare esclusivamente nell’interesse del territorio” ha specificato il sindaco Andrea Pieragnoli, il quale ha voluto cominciare il “cammino” elettorale dall’ascolto della cittadinanza dei centri minori.

A fianco del sindaco sempre presente il vice sindaco, con delega ai lavori pubblici Guido Mansueto e l’assessore Daniela Mariani, che ha portato grandi risultati alla promozione turistica di questi anni, con diversi consiglieri comunali di maggioranza. Una maggioranza che è rimasta perlopiù, ovvero in maggior parte, compatta unita al proprio sindaco, dopo la divisione del fronte civico a Casole d’Elsa.

Paolo Moschi
Un etrusco con gli occhi puntati sulla Valdelsa. Aperto a tutto quanto si muove nelle città e nei paesi a nord di Siena, per raccontare la vitalità di terre antiche e orgogliose, ma anche dal cuore grande

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui