I bianconeri ritrovano i tre punti dopo un lungo digiuno grazie ad un’ottima prestazione in terra umbra. Decisivi i gol di Agnello e Ilari. Ancora aperta la corsa ai play-off

Foligno – Siena 1-2
Reti: pt 29′ Agnello, 31′ Broso; st 34′ Ilari
Foligno (4-3-3): Marricchi; Colarieti, Nuti, Fondi (42′ st Ferri), Labonia (4′ st Bokoko); Settimi (4′ st Bartolini), Sanseverino, Buono; Broso, Cesario, Piancatelli (15′ st Finetti). A disp. Roani, Dondoni, Giabbecucci, Dita, Quatrana. All. Vicarelli.
Siena (4-3-3): Gragnoli; Haruna, Farcas, Terigi (19′ st Guarino), Martina; Agnello (19′ st Ilari), De Falco, Bani (3′ st Orlando); Mignani (19′ st Gibilterra), Guidone, Guberti (19′ st Padulano). A disp. Narduzzo, De Angelis, Morosi, D’Iglio. All. Gilardino.
Arbitro: Luongo di Napoli
Note: Ammoniti Mignani, Martina; Angoli 1-4; Recupero pt 1′, st 4′.

Il Siena rimane in corsa play-off grazie ai tre punti preziosissimi ottenuti sul campo del Foligno. Dopo un convincente avvio dei padroni di casa, i bianconeri sono andati in vantaggio con Agnello, a cui ha risposto subito Broso. Il Siena ha dominato nella ripresa e ha trovato il 2-1 con un colpo di testa di Ilari deviato da un avversario. Ha assistito alla partita anche Pierfrancesco Strano, che entrerà nella dirigenza bianconera nella veste di collaboratore di Giorgio Perinetti.

Il talent scout Strano mentre segue la partita sulle gradinate

Primo tempo – Gilardino può contare sul ritorno di Guidone in attacco e sul recupero in difesa di Terigi e Martina, usciti per infortunio contro il Montevarchi, insieme ad Haruna. In porta confermato Gragnoli; si rivede Mignani dal primo minuto. La prima occasione della gara è dei padroni di casa al 3′ con Cesario che si inventa un tiro a giro da venti metri, senza però riuscire a trovare la porta di Gragnoli. Due minuti dopo Cesario ruba palla a Terigi, entra in area e calcia rasoterra sul secondo palo, ma il pallone termina fuori di pochissimo. Al 25′ Mignani si fa largo di forza in area e arriva a tu per tu con Marricchi, che gli nega la gioia del gol. Passano appena quattro minuti e i bianconeri passano in vantaggio: bellissimo cambio di gioco di De Falco che trova Guberti largo sulla sinistra, il fantasista si accentra e scarica per Agnello, che con una gran botta da 25 metri batte Marricchi. Il vantaggio del Siena dura però pochissimo: al 31′ sponda di Cesario per Broso che da distanza ravvicinata mette la palla in rete. I ragazzi di Gilardino reagiscono tutti con un’azione insistita di Guidone che termina con un tiro di Guberti, ma Marricchi è attento. Al 39′ bel cross di Guberti, mezza rovesciata di Agnello da posizione defilata che sfiora la traversa, la palla finisce sui piedi di Bani che però colpisce il palo. Termina 1-1 un primo tempo con pieno di occasioni da ambo le parti, anche se forse il Siena avrebbe meritato qualcosa di più.

Secondo tempo – I bianconeri partono forte: al 6′ cross di Martina da sinistra, la palla arriva sulla destra ad Agnello che mette in area un tiro-cross che viene deviato da Mignani di tacco, ma Marricchi risponde presente. Dieci minuti dopo Guidone si gira benissimo in area e calcia con il sinistro, Marricchi però è ancora bravo a respingere la sua conclusione. Al 19′ Gilardino effettua addirittura quattro cambi in un colpo: Guarino, Ilari, Padulano e Gibilterra prendono il posto di Terigi, Agnello, Guberti e Mignani. Al 23′ Padulano vince un rimpallo e mette un pallone, che attraversa tutta l’area piccola, per Gibilterra, ma l’ala bianconera arriva un po’ in ritardo e calcia sull’esterno della rete. Al 32′ il Foligno va vicinissimo al 2-1 con un contropiede che sorprende la difesa bianconera, ma Cesario spreca clamorosamente davanti a Gragnoli. I padroni di casa sprecano e al 34′ il Siena segna: punizione di De Falco, dopo la respinta Padulano rimette in mezzo per Ilari, che colpisce di testa e spiazza Marricchi grazie ad una deviazione di un difensore del Foligno. I bianconeri rimangono però di fatto in dieci uomini per gli ultimi minuti, a causa di un infortunio di Martina, anche se il terzino stringe i denti e rimane in campo. In pieno recupero il Foligno ha una buona occasione su calcio d’angolo con Cesario di testa, ma Gragnoli non si fa sorprendere. A parte questo episodio il Siena riesce a controllare il vantaggio e torna alla vittoria dopo cinque partite.

Pierfrancesco Strano
Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui