Il progetto per la realizzazione di un’aula broadcast, una radio perfettamente funzionante con strumenti tecnologici e di alta qualità, ha preso forma grazie all’idea e al contributo del Rotaract Chiusi-Chianciano- Montepulciano, con il supporto del Rotary Partner

Il progetto dell’aula broadcast dei Licei Poliziani ha preso forma grazie ai ragazzi del Rotaract, con la collaborazione del professor Andrea Giambetti, incaricato dal dirigente scolastico Marco Mosconi. Il club ha fornito ai Licei Poliziani un’attrezzatura altamente professionale e necessari all’allestimento di una vera e propria radio.

“Siamo veramente contenti ed emozionati di riuscire a donare l’aula broadcast ai Licei Poliziani, aver donato questi materiali è per noi il primo mattoncino che vede la concretizzazione di un progetto al quale stiamo lavorando da svariati mesi – ha dichiarato la Presidente del Rotaract Giulia Benocci –. Il fatto di poter regalare una radio in una scuola superiore è un modo sia per voi per fare un’esperienza molto interessante nel mondo radiofonico e della comunicazione in generale e per me, che essendo giornalista ha un valore aggiunto poter trasmettere alla generazione di domani l’amore per questo mondo. Inoltre per noi come club è un modo per avvicinare le nuove generazioni a quello che è la nostra associazione: ovvero far conoscere il fatto che abbiamo la possibilità di organizzare e realizzare iniziative molto interessanti come questa ma anche molti altri eventi di grande calibro e spessore e cosa non da poco fare del bene per il prossimo”.

Alla presentazione del progetto e alla consegna dei primi materiali, oltre a una delegazione Rotaract è stata presente anche la Presidente del Rotary Chusi-Chianciano-Montepulciano la Dottoressa Patrizia Marri: “Il fine del Rotary e del Rotaract è dare e servire il prossimo con i service più svariati – ha aggiunto la Dottoressa –. È un’associazione che dà grandi soddisfazioni, soprattutto quando abbiamo la possibilità di aiutare le generazioni del futuro e contribuire nella realizzazione di una radio perfettamente funzionante all’interno di una scuola è per noi una cosa di grande valore”.

Il professor Giambetti, insegnante di Filosofia dei Licei Poliziani, ha dedicando molto al progetto dell’aula multimediale per far beneficiare la scuola e gli studenti di un’aula così innovativa: “Io sono molto felice di aver ricevuto delle illustri amiche del Rotary e del Rotaract – ha affermato il Professore –. Ho ricevuto a nome del dirigente Marco Mosconi tutto questo materiale che per noi è un ben di Dio, perché senza il vostro aiuto non avremmo nemmeno ipotizzato possibile realizzare un’aula Broadcast, cioè per le registrazioni multimediali delle nuove generazioni. Ci avete dato una grande mano, vi siamo veramente molto grati e vi promettiamo che faremo di tutto per valorizzare il più possibile il materiale che ci avete donato, bellissimo e di alta qualità, che oggi abbiamo solo grazie a voi”.

Una delegazione di studenti, che stanno frequentando il laboratorio di Sala Stampa e Comunicazione, ha presenziato al momento della consegna. Margherita Belelli, studentessa del terzo anno del Liceo Scientifico e portavoce dei suoi compagni ci ha tenuto a ribadire il fatto che per loro avere una sala radio significa avere maggiore opportunità per raccontare quello che avviene all’interno dei Licei: “Grazie per l’opportunità che ci avete dato, avremo la possibilità di raccontare notizie che possono essere più vicine a noi giovani e oltretutto avere materiale multimediale per riportare le notizie in digitale e nei social network, quindi tramite una radio, divulgare a tutti queste informazioni. Siamo emozionati e molto felici di poter introdurre questo nuovo progetto all’interno della nostra scuola”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui