liceo piccolomini siena progetto

 Il 15 dicembre primo Open day con la presentazione, un progetto che rappresenta un’esperienza unica nel territorio provinciale

L’Istituto Piccolomini in co-progettazione con Rondine Cittadella della Pace comunica che, per l’anno scolastico 2024/2025, verrà attivata la sezione Rondine a partire dalla classe prima del Liceo Economico Sociale, un percorso sperimentale che porta il metodo Rondine all’interno dell’aula. L’esperienza rappresenta un unicum nel territorio provinciale. Il 15 dicembre in occasione del primo Open day la presentazione.

Rondine Cittadella della Pace

Rondine è la Citta della Pace in provincia di Arezzo, che da anni forma giovani provenienti da zone di guerra facendoli diventare consapevoli di sé e consentendogli di superare la logica del nemico e della contrapposizione.
La Sezione Rondine è un’offerta formativa innovativa che ha l’obiettivo di rimettere gli studenti al centro dell’educazione scolastica e di sostenere una scuola capace di abituare i giovani a divenire cittadini globali, protagonisti di un nuovo mondo in un momento molto particolare del nostro tempo.

Il programma

Il programma didattico è formulato in un percorso stimolante e innovativo, che integra l’apprendimento delle nozioni cognitive (cognitive skills) caratterizzanti il percorso d’indirizzo con le abilità trasversali (soft skills) e quelle che aiutano ad affrontare la quotidianità (life skills). Caratteristica peculiare della sezione rondine è un Consiglio di Classe coeso composto da Docenti formati al metodo rondine e fortemente motivati. Il Metodo Rondine consiste in un percorso per la trasformazione dei conflitti, nel suo significato più esteso , applicando «la sfida» del cambiamento di prospettiva e promuovendo uno spirito di collaborazione che valorizza l’apprendimento e l’insegnamento. 

La sezione rondine prevede anche il supporto di un Tutor, una figura professionale nuova e innovativa, essenziale per lo sviluppo del gruppo-classe. Un facilitatore relazionale che sa applicare il Metodo Rondine e supporta la classe e i docenti per rafforzare la coesione, tenere alta la motivazione e creare le condizioni educative migliori per l’apprendimento.

Altre caratteristiche specifiche e determinanti della sezione Rondine sono:

– Apprendimento ancorato al presente con un collegamento continuo fra saperi e

quotidiano vissuto;

– Dialogo costante con il territorio: la classe adotta una persona-modello del proprio

territorio con cui dialoga e allo stesso tempo si prende cura di un soggetto più piccolo, o più fragile e bisognoso.

– Rapporto con le classi gemellate che applicano il metodo Rondine in altri territori.

Viene proposto un percorso scolastico per scoprire sé stessi e il mondo partecipi di una classe coesa, una piccola comunità, in cui i docenti accompagnano gli studenti nella trasformazione dei conflitti, verso opportunità creative di studio, relazione e progetti di vita, con una comprensione maggiore delle proprie potenzialità e con il desiderio di contribuire al benessere della comunità e del territorio con azioni concrete.

Altre informazioni e materiali utili al sito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui