Le previsioni del CST di Confesercenti indicano che non ci saranno “sold out”, ma la media presenze sarà molto alta

Non sarà un ferragosto da tutto esaurito nelle strutture ricettive della provincia di Siena, che tuttavia dovrebbero riempirsi in misura superiore rispetto alla media della Toscana.

Le proiezioni del Centro Studi turistici per Confesercenti Toscana indicano un tasso di occupazione del 93 per cento in Chianti e Valdelsa, del 90 per cento in Valdorcia e dell’88 per cento in Valdichiana. Inferiori (82 per cento) le attese per i centri d’arte dei quali fa parte anche il capoluogo, per il quale tuttavia conterà anche il fattore-Palio: “si nota una ripresa della tendenza a prenotare all’ultimo momento, come avveniva in misura maggiore qualche anno fa – afferma Andrea Ginestrini, Presidente Assohotel Confesercenti Siena – per mezz’agosto dovremmo arrivare ad un livello di presenze in linea con le attese, di provenienza soprattutto europea”.

Complessivamente l’indagine CST prevede per il periodo dall’11 al 16 agosto un tasso di occupazione regionale del 91 per cento, a fronte del 93 per cento stimato lo scorso anno.

I dati dell’indagine sono stati ottenuti attraverso l’analisi della disponibilità di camere e altre sistemazioni ricettive sui portali delle Online Travel Agency. Il monitoraggio del Centro Studi Turistici di Firenze per Confesercenti Toscana ha rilevato la saturazione dell’offerta ricettiva regionale disponibile per il ponte di Ferragosto 2023 (dall’11 al 16 agosto).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui