Dopo l’arrivo a Montalcino, questa mattina si comincia sotto la Torre del Mangia

Dopo le emozioni di ieri con l‘arrivo di tappa a Montalcino, oggi il Giro d’Italia torna a Siena. La dodicesima tappa partirà infatti questa mattina intorno alle 11) da Piazza del Campo.

La città si dipinge dunque di rosa con la carovana della corsa che è approdata ieri sera in città. Mille e settecento persone fra atleti, team, staff e addetti ai lavori che hanno peraltro affollato le strutture ricettive della città e zone limitrofe. Fin dalle prime ore di oggi i ciclisti “passeggeranno” per le vie del centro per raggiungere la zona di partenza.

La 12ma tappa del Giro d’Italia porterà la carovana da Siena a Bagno di Romagna: 212 km. Una frazione molto impegnativa che potrebbe avere uno sviluppo tattico molto interessante, con l’opportunità di una doppia sfida quella tra un eventuale gruppetto di fuggitivi e tra i big della classifica generale. SI parte da Piazza del Campo, poi via Rinaldini, Banchi di Sotto, Banchi di Sopra, quindi via Montanini, Camollia, Antiporto e uscita dalla zona nord della città. Operazioni di partenza intorno alle ore 11.

Avvio di tappa vallonato partendo da Siena, attraversando la Valle del Chianti e fino a Firenze. Il passaggio a Ponte a Ema, città natale di Gino Bartali e Sesto Fiorentino, la città che ha dato vita allo storico CT della Nazionale Italiana Alfredo Martini, faranno da preludio al primo traguardo volante. Arriveranno poi tre salite tutte di filato: Monte Morello (km 85), un GPM di terza categoria lungo 7,6 chilometri al 6,6% di pendenza media, e punte del 19%, poi ci sarà il Passo della Consuma (km 132,6), un’ascesa di seconda categoria di 17,1 chilometri al 5,7% e picchi del 10%, e infine un altro seconda categoria, il Passo della Calla (km 163,9) con i suoi 15,3 chilometri al 5,5% con un massimo del 9%.

Dopo lo scollinamento il gruppo si fionderà verso il traguardo volante di Santa Sofia piazzato al chilometro 190,9 che aprirà la strada al puto chiave della tappa ovvero il Passo del Carnaio un GPM di terza categoria lungo 10,8 chilometri al 5%, ma con punte al 14% nella parte centrale. Seguirà quindi la discesa tecnica di San Piero in Bagno, che terminerà a 5 chilometri dall’arrivo. La parte finale sarà il falsopiano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui