Il macchinario donato dal gruppo donatori di sangue delle contrade consentirà di effettuare esami radiologici

Un macchinario che permetterà di effettuare attività radiologiche direttamente a domicilio. E’ quello donato al Dipartimento di Diagnostica per immagini delle zona distretto senese dal gruppo donatori di sangue delle contrade. Da sempre in prima linea quando si tratta di fare beneficienza, il gruppo donatori di sangue ha scelto di proseguire una serie di donazioni che ormai da anni sta portando avanti. Questo apparecchio, ultimo donato per ordine di tempo, avrà una grande utilità, dato che permetterà ai pazienti più fragili e che hanno difficoltà nello spostamento di effettuare attività radiologiche direttamente a casa, senza quindi doversi spostare e complicare il tutto. All’evento di presentazione, tenutosi presso il centro direzionale Asl TSE di Siena, era presente anche l’assessore regionale alla salute Simone Bezzini, che ha ringraziato il gruppo per la donazione del macchinario.

”Ringrazio il gruppo donatori di sangue per questa donazione – ha affermato l’assessore Bezzini – L’apparecchio donato consentirà di effettuare attività radiologiche a domicilio nel territorio. Questa donazione arricchisce anche il lavoro, già in corso da tempo, di nuovi modelli d’assistenza che puntino sulla prossimità, che si garantisce con il lavoro nelle strutture e attraverso prestazioni da erogare a domicilio. Questa iniziativa si rivolge alle persone che per varie ragioni hanno difficoltà negli spostamenti”.

”Già dal periodo del covid abbiamo iniziato questo tipo di attività di donazione – ha spiegato il presidente del gruppo donatori di sangue delle contrade Paolo Rossi – Adesso abbiamo donato questo apparecchio radiologico per svolgere attività a domicilio senza creare difficoltà di spostamenti. Siamo il quarto gruppo di donatori più grande di tutta la regione, il nostro impegno sarà sempre quello sociale, non solo per dare il sangue, ma anche per questo tipo di donazione. Stiamo portando avanti anche altri progetti, come quello contro la violenza sulle donne, che inizierà il 26 marzo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui