Rete RE.A.DY
Fonte: sito Comune di Montepulciano

Anche il Comune poliziano ha aderito alla Rete nazionale delle Regioni e degli Enti locali per prevenire e superare l’omotransfobia

Il Comune di Montepulciano continua ad essere molto attento ai diritti civili e nella lotta alle discriminazioni. Sul sito istituzionale il Comune riporta infatti la sua adesione alla rete RE.A.DY con la Delibera di Giunta n. 80, del 19 aprile 2021.

La Giunta comunale delibera quindi di aderire e sottoscrivere la “Carta d’intenti” di RE.A.DY ma anche di impegnarsi ad avviare un dialogo con le associazioni locali LGBT al fine di facilitare l’emersione dei bisogni delle suddette persone sviluppando azioni sul territorio.

Per Montepulciano non si tratta delle prima attenzione rivolta a questioni riguardanti discriminazioni sociali e diritti civili. Ricordiamo l’installazione dell’opera contro la violenza sulle donne e l’installazione a Montepulciano Stazione della terza panchina rossa contro la violenza sulle donne. RE.A.DY è quindi un’ulteriore occasione per tenere alta l’attenzione su un tema che sta scaldando gli animi con il “caso Fedez“.

Che cos’è RE.A.DY?

“RE.A.DY è la Rete italiana delle Regioni, Province Autonome ed Enti Locali impegnati per prevenire, contrastare e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, anche in chiave intersezionale con gli altri fattori di discriminazione – sesso, disabilità, origine etnica, orientamento religioso, età – riconosciuti dalla Costituzione, dal diritto comunitario e internazionale”. Si legge sul sito della rete nata nel giugno del 2006 in occasione del Pride nazionale.

Sono tre le finalità principali della rete, presenti anche nella “Carta d’intenti”.

Individuare, mettere a confronto e diffondere politiche di inclusione sociale per le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender realizzate dalle Pubbliche Amministrazioni a livello locale; contribuire alla diffusione di buone prassi su tutto il territorio nazionale mettendo in rete le Pubbliche Amministrazioni impegnate nella promozione dei diritti delle persone lgbt; supportare le Pubbliche Amministrazioni nella realizzazione di attività rivolte alla promozione e al riconoscimento dei diritti delle persone lgbt.

Nato a Montepulciano, lo studio universitario mi ha portato prima a Siena, poi a Milano. Attivista nel mondo dell’associazionismo e grande passione per la politica, la tutela ambientale e il cibo. Da ex sbandieratore, sono molto legato agli eventi culturali e folkloristici del mio territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui