Protocollo equino: confermato l’utilizzo del “cigno” per le corse di addestramento

Come annunciato fin da dicembre scorso, l’amministrazione comunale ha confermato l’utilizzo del “cigno” per le corse di addestramento del Protocollo Equino 2021. Il meccanismo che permette uno sganciamento che può prevenire intoppi e problematiche del canape.

Come scrive il Comune, il cigno prevede “un canapo a doppio sgancio che rende il canapo stesso libero sia dalla parte del Mossiere sia dalla parte nell’argano che lo tira, che ha già ottenuto una positiva valutazione in numerose occasioni. Il “cigno” è già stato positivamente utilizzato nella pista di Mociano il 25 giugno e 1 luglio 2020 in occasione del Protocollo equino 2020.


Il Comune ha deciso di “procedere con la sperimentazione del suddetto meccanismo di mossa, cosiddetto “cigno”” e anche di “avvalersi a tal fine dell’esperienza e della professionalità del Sig. Walter Bianciardi, ideatore dello stesso meccanismo. Sentito in merito il Sig. Walter Bianciardi il quale si è reso disponibile a fornire una collaborazione gratuita occasionale che non prevede alcun compenso ma solo un rimborso spese su esibizione di dettagliata documentazione da corrispondere tramite anticipo economale”. “Il rimborso spese potrà comprendere anche importi relativi all’acquisto di materiale idoneo e funzionale all’utilizzo del “cigno””.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui