Il ChimicAstro, Giacomo Guerrini

Nel quarto appuntamento della sua rubrica, il ChimicAstro fa chiarezza sul tema dell’effetto serra. E abbiamo parlato anche di Siena come provincia certificata ‘Carbon Neutral’ dal 2011

Dopo aver trattato di stella cometa, del cielo di gennaio e di aurora boreale, con il ChimicAstro affrontiamo il tema dell’effetto serra.
Da decenni ne sentiamo parlare sempre più spesso come la causa dei mali che affliggono la Terra per via dei cambiamenti climatici; ma è veramente così dannoso l’effetto serra?
“In realtà l’effetto serra è di fondamentale importanza per la vita, senza di esso le temperature in superficie sarebbero ampiamente sotto le zero ed è noto che sotto lo zero non esiste acqua alla stato liquido. E quindi è impossibile lo sviluppo di forme di vita, almeno di quelle più organizzate”.

“Grazie all’effetto serra, invece, la temperatura media sulla Terra è di circa 15°C e l’acqua, a seconda delle condizioni locali, può trovarsi allo stato solido, liquido o gassoso”.

Quindi di cosa si tratta quando sentiamo parlare di effetto serra?
L’effetto serra è dovuto ad alcune molecole presenti nell’atmosfera che sono in grado di assorbire e quindi trattenere all’interno di essa, la luce infrarossa (associata al calore) riemessa dal nostro pianeta dopo l’irraggiamento del Sole con luce visibile, ultravioletta ed appunto infrarossa”.

Fonte https://www.farodiroma.it/il-riscaldamento-globale-agw-leffetto-serra-ci-riguarda-a-tutti-di-r-desirello-prima-parte/

“La molecola più abbondante in atmosfera che è in grado di assorbire la luce infrarossa è la famigerata anidride carbonica (CO 2) la cui concentrazione sta aumentando in maniera esponenziale a causa delle attività umane. Recentemente abbiamo raggiunto una concentrazione pari a 420 parti per milione (ppm). Ciò significa che ogni milione di molecole che ci sono in atmosfera, 420 sono di anidride carbonica. Per il resto l’atmosfera è costituita da Azoto (78%) e Ossigeno (21%) che non assorbono nell’infrarosso”.

420 molecole su un milione, apparentemente, sembrano poche
“È vero, ma tutto è relativo: basti pensare che nell’ultimo milione di anni sulla Terra non si sono mai avute concentrazioni di CO 2 superiori alle 300 parti per milione e che l’ultima volta che i suoi livelli sono stati così alti è stato circa 14 milioni di anni fa”

Fonte: https://www.climatizzati.ch/it/articoli/2019-09-11-con-gli-attuali-415ppm-di-co2-nell-aria-il-mare-si-alzer-a-di-oltre-16-metri

Se il livello di CO 2 nell’atmosfera continuasse ad aumentare, quanto potrebbe salire la temperatura?
“Continuando di questo passo i livelli di CO 2 potrebbero raggiungere valori di 600-800 parti per milione che avrebbero il potenziale per causare un innalzamento delle temperature pari a 5-8°C. Oscillando, così, tra il triplo e il quintuplo rispetto all’obiettivo che l’umanità, con gli accordi di Parigi del 2015, si è imposta di non superare: 1,5°C rispetto alla media delle temperature in epoca pre-industriale (1850-1900)”.

Si parla del 2023 come dell’anno più caldo mai registrato
“Il 2023 è stato più caldo della media delle temperature registrate fra il 1990 e il 2020. E ha avuto una temperatura più alta di 1,48°C rispetto al livello registrato nel periodo pre-industriale. Questo significa che l’obiettivo è praticamente già fallito, considerando anche il perdurante uso di combustibili fossili, i maggiori responsabili dell’aumento di anidride carbonica nell’atmosfera”.

E nella provincia di Siena come siamo messi?
“Una magra consolazione sta nel constatare che nella nostra provincia siamo virtuosi. Essa è certificata dal 2011 come ‘Carbon Neutral’: tutte le emissioni di CO 2 sono compensate dai suoi assorbimenti da parte degli ecosistemi locali (https://www.carbonneutralsiena.it/it/). Ma già spostandosi a livello europeo le cose cambiano e la neutralità sarà raggiunta, secondo i piani della Commissione Europea, solo nel 2050”.

Ricordaci come è possibile contattarti?
“Per ulteriori informazioni, curiosità o approfondimenti contattatemi sui miei profili Facebook, IG, Twitter o sul mio blog”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui