Il gruppo valdelsano sta per presentare il primo album: “De André è una delle nostre influenze principali, insieme con altri cantautori italiani e stranieri, come Neil Young per le suggestioni sonore: da queste storiche radici stiamo cercando di sviluppare uno stile tutto nostro”

L’ultimo appuntamento di “In3c”, la rassegna di eventi organizzata dall’Amministrazione comunale per valorizzare i giovani artisti e le produzioni agricole di pregio del territorio, si è tenuto presso la Fattoria San Donato di Umberto Fenzi. Protagonista è stata la musica, per l’occasione in versione acustica, degli Ospiti Autorizzati.

Alessandro Beninati alla voce, Lorenzo Farnararo alla chitarra, Stefano Franchini al basso, Saverio Beconcini alla chitarra e Tommaso Viciani alla batteria: ecco chi sono gli Ospiti Autorizzati.

In attesa di pubblicare il loro primo album, dal titolo “Sentieri interrotti”, a luglio si sono esibiti anche sul palco della Rocca di Montestaffoli, a San Gimignano, e al “Florence Folks Festival”, a Scandicci, all’interno del format “Tenco Ascolta”, in apertura al cantautore e polistrumentista Morgan.

Come è stato scelto il nome “Ospiti Autorizzati”?

“Come abbiamo scritto nella nostra presentazione sulle nostre pagine social, non sappiamo da chi, non sappiamo perché, ma siamo tutti ospiti autorizzati in questo mondo. La storia del nome è molto semplice: eravamo stati invitati a suonare ad una autogestione al Liceo scientifico di Colle di val d’Elsa e c’è stato assegnato un cartellino con scritto “Ospiti Autorizzati”. Non c’è poesia in questo aneddoto, ma abbiamo deciso che questo nome avrebbe potuto funzionare per noi”.

Il nucleo iniziale del vostro gruppo nasce proprio negli anni del liceo e si è trasformato nel corso del tempo

“Io, Lorenzo e Stefano – ha proseguito Alessandro Beninati – ci siamo conosciuti frequentando il Liceo di Colle: per la comune passione per Fabrizio De André, abbiamo dato vita ad una sua cover band. E abbiamo iniziato anche a comporre canzoni nostre con il gruppo ‘I Fratelli Tute Blu’. Successivamente, in questa nostra nuova formazione sono arrivati Tommaso e Saverio”.

Quali sono i vostri modelli musicali?

“Avendo fatto un percorso di cover band di De André, Faber è sicuramente una delle nostre influenze principali, insieme con altri cantautori italiani, come Lucio Battisti, e stranieri, con le suggestioni sonore di Neil Young. Da queste storiche radici musicali stiamo cercando di sviluppare e di proporre uno stile tutto nostro”.

Come componete i vostri pezzi?

“Le nostre canzoni nascono grazie a una collaborazione collettiva, spesso a partire da un lavoro individuale. Chi scrive le parole non sempre è lo stesso che ha pensato alla musica. La composizione finale è il risultato di intrecci e di collaborazioni che emergono durante le prove: portiamo delle idee, sia testuali che musicali, ma può capitare che chi ha pensato il testo della canzone non sia lo stesso che ha realizzato l’accompagnamento musicale. Tutti insieme discutiamo su alcuni passaggi sonori e lessicali e su alcune variazioni che contribuiscono alla composizione finale dei pezzi. Una delle poche canzoni che abbiamo scritto in maniera completamente collettiva, sia per quanto riguarda la musica che le parole, è ‘Fiori alle finestre’”.

Sta per uscire il vostro primo album

“Gli inediti che abbiamo composto andranno a far parte del nostro primo cd ‘Sentieri interrotti’ di prossima uscita: è frutto di un lavoro che va avanti da diversi anni. Il titolo dell’album non ha la pretesa di sintetizzare tutti gli argomenti e le tematiche presenti nelle nostre canzoni, ma è rappresentativo del contenuto” ha aggiunto Stefano.

Quali sono i vostri prossimi appuntamenti?

“In attesa dell’uscita del nostro primo disco, abbiamo alcune date da definire: di sicuro il nostro prossimo appuntamento sarà l’11 settembre al parco di Serravalle, a Empoli, per il ‘Safari Fest’. E, dopo la pubblicazione dell’album, ci piacerebbe organizzare un tour invernale” ha concluso Saverio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui