Le segnalazioni dopo l’articolo della Gazzetta di Siena sull’interruzione della strada

“Il quartiere di Vico Alto non è solo abbandonato e inaccessibile, ma anche sporco”. La segnalazione arriva dagli abitanti, esasperati di dover vivere in un quartiere con tante problematiche e poche attenzioni.

Qui non esistono spazzini di strada, quelli che in centro puliscono i margini delle strade e l’unica pulizia è affidata al passaggio sporadico della spazzatrice. “Mancano cestini per i rifiuti, specialmente nei pressi delle fermate dell’autobus. La situazione più incredibile è in prossimità dell’incrocio con la Chiantigiana: decine di bottiglie abbandonate oltre il muretto che costeggia il marciapiede, con cartacce e sacchettini di escrementi di cani, raccolti sì, ma poi abbandonati tra la vegetazione. E qui nessuno pulisce mai”.

L’inciviltà delle persone è davvero tanta. Le bustine con gli escrementi dei cani sono seminate ovunque per il quartiere, anche nei pressi di quelli che una volta erano giardini ben tenuti, dei quali resta ben poco.

“Oltre ad una pulizia più puntuale – scrivono gli abitanti della zona – sarebbero necessari più controlli, sia per punire gli incivili sia, da parte delle forze dell’ordine, per controllare il quartiere. Il numero dei furti subiti dagli abitanti di Vico Alto è incredibile, facciamo la conta di chi è stato “visitato” più volte. Significa che i ladri sanno bene che qui possono operare indisturbati”.

E poi c’è il problema, annoso, dell’edificio situato proprio nel cuore del quartiere, che un tempo fu sede del Catasto. “E’ vuoto da un’infinità di tempo perchè dicono che esista un grave problema di staticità. Però continua ad incombere sulle nostre case e sulle nostre teste senza che nessuno se ne interessi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui