Lo Svizzero vince una tappa da assoluto protagonista. Male il Belga della Deceunink- Quick- Step.

Spettacolo al Giro d’Italia nelle Terre di Siena. Sul traguardo senese, Mauro Schmid (Qhubeka-Assos) fa sua la tappa Perugia-Montalcino in una volata a due con Alessandro Covi. Egan Bernal guadagna sui propri inseguitori, allungando su Evenepoel a 2′ 22″.

La tappa

La tappa entra subito nel vivo. Dopo 15 Km, all’ altezza di Magione, va in fuga il gruppetto composto da Naesen (AG 2R Citroen), Battaglin (Bardiani), De Bondt (Alpecin), Gavazzi (EOLO- Kometa), Guglielmi (Groupama), Van der Hoorn (Intermarché), Vanhoucke, Kluge (Lotto Soudal), Lindeman, Schmid (Qhubeka-Assos) e Covi (UAE Emirates).

In poco meno di 30 Km i fuggitivi riescono a guadagnare un vantaggio di 7′ sul Gruppo principale, che include Evenepoel e la maglia rosa Egan Bernal.

Entrati in Toscana, il vantaggio aumenta. All’altezza di Chiusi sono 11 i minuti di vantaggio sul gruppo Maglia Rosa. Bernal resta accodato al proprio team (Ineos Grenadier), in testa al gruppone.

A Chianciano il vantaggio dei fuggitivi sale a 13′.

Entrati nello splendido paesaggio della Val d’Orcia il gruppo di fuga resta compatto, con un vantaggio che arriva a 14′.

All’altezza di Torrenieri (68 km dal traguardo) inizia il primo tratto di sterrato. Il ritardo del gruppo maglia rosa resta di 14 minuti, con gli 11 fuggitivi che provano a prendere definitivamente il largo.

A Torrenieri Ganna prova a staccarsi dal gruppone, seguito a ruota dal compagno di squadra Egan Bernal. Bettiol e Sagan, attentissimi, rispondono all’attacco. Brutta caduta per Berhane (Cofidis).

Al 110^ km il vantaggio dei fuggitivi si riduce a 10′ 35″. Il gruppone si sfalda, con Sagan che prova ad andarsene. Bernal guadagna terreno su un più staccato Evenepoel. Problemi per Fernando Gaviria.

Il gruppo di testa esce dal primo tratto di sterrato ancora compatto.

A 50 km dal traguardo inizia per gli 11 fuggitivi il secondo tratto di sterrato, quello di Bibbiano. Kluge e Van der Hoorn, leggermente in difficoltà, si staccano. Ganna, nel gruppo degli inseguitori, inizia a perdere terreno.

Nel secondo tratto di sterrato iniziano i primi problemi per Sagan, che non riesce a restare ancorato al gruppo degli inseguitori. Anche Evenepoel in difficoltà, con Bernal che invece continua a martellare. Al 125^ km il gruppo di testa conserva un vantaggio di 8′ 15″. In grossa difficoltà Evenepoel.

Il gruppo di testa inizia il terzo tratto di sterrato con 7′ di vantaggio sugli inseguitori Bennett e Foss. Foratura per l’Estone Taramae. La maglia bianca Evenepoel staccatissimo. A 10 km dal traguardo in testa allungano Schmid, Covi e De Bondt, staccandosi dal gruppo dei fuggitivi. Bernal a 5’08 dal terzetto di testa.

Inizia a 5 km dal traguardo il durissimo “Passo del Lume Spento” e Schmid tenta lo scatto. Subito ripreso dal nostro Italiano Covi e da De Bondt.

Covi e lo Svizzero Schmid staccano De Bondt ed entrano a Montalcino appaiati. Schmid allunga, si prendere la testa della corsa e va a vincere la tappa Perugia – Montalcino davanti ad Alessandro Covi.

Bernal si piazza undicesimo ed allunga sugli inseguitori in classifica generale. 45″ su Vlasov ed addirittura 2′ 22″ su Remco Evenepoel. 24′ Nibali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui