A Poggibonsi una manifestazione nel giorno del ricordo

La valdelsa manifesta contro le guerre nel Giorno della memoria. In una Poggibonsi semideserta ha assistito al corteo silenzioso di cinquanta donne vestite di nero che, partendo dalla piazza del Comune, dove è stato fatto il primo flashmob, si è spostato fino a piazza Matteotti, con l’esibizione conclusiva, un girotondo.

La manifestazione si è ispirata alle attività delle Donne in Cammino di Brescia, alle quali hanno aderito oltre cento gruppi da comuni di tutta l’Italia, compresi quelli di Certaldo e Barberino Tavarnelle. Le attiviste lombarde hanno a loro volta raccolto il testimone da due associazioni pacifiste e femministe: Woman Wage Peace di Israele e Women of the Sun di Palestina.

L’intero evento è stato seguito da alcuni esponenti delle forze dell’ordine, presenti proprio per garantirne lo svolgimento in piena sicurezza in caso di proteste o attacchi.  

La scelta del Giorno della Memoria non è casuale, considerato quanto sta accadendo in Medio Oriente. La discesa in campo delle donne è motivata dalla volontà di dire basta “ai vecchi e nuovi genocidi nel mondo”. Per questo, durante i flashmob è stata esposta la scritta “cessate il fuoco” e le manifestanti hanno scelto di camminare in silenzio, con abiti neri in segno di lutto e con uno straccio bianco legato al braccio per chiedere la pace. Nessun logo né simbolo religioso, politico, sindacale o di associazioni, ha contraddistinto l’iniziativa, del tutto libera, in cui ogni donna  ha scelto di “esprimersi singolarmente in comunanza con tutte”.  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui