“La presenza del presidente Mattarella all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Unisi è un onore per tutta la Toscana”

Prima di entrare nella cripta della Basilica di San Francesco per l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Siena, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani si è soffermato a parlare dello sviluppo degli anticorpi monoclonali, anche in occasione della visita del presidente Mattarella alla sede di Tls.

La presenza del presidente Mattarella all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Unisi è qualcosa che onora la Toscana – afferma Giani -. La cultura che Siena offre è un biglietto distintivo della nostra regione in tutto il mondo. Con Mattarella l’incontro a Tls sarà la sanzione del ruolo che questa città svolge nella lotta al Covid con gli anticorpi monoclonali. La Toscana è la regione che ha vaccinato di più, ma contemporanentemte bisogna pensare alla cura. Dalla Toscana ci sono stati moltissimi volontari, ma le altre regioni devono darsi da fare per trovare altri volontari. Il fatto che ci voglia un anno per sviluppare e industrializzare questi farmaci fa veramente riflettere e desta sconcerto”.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui