Il comune di Gaiole in Chianti in considerazione dell’attuale situazione di difficoltà economica determinata dall’emergenza Covid 19 ha deciso di dare ai cittadini la possibilità di pagare la prima rata Imu fino al 16 settembre 2020 senza applicare alcuna sanzione.

Riguardo invece alla Tari per le utenze domestiche, il pagamento della
rata del 31 maggio è stato rimandato al 30 giugno. L’acconto Tari per le utenze non domestiche è rimandato a novembre in attesa di vedere gli effetti della stagione.

“Far slittare in avanti il pagamento delle imposte comunali è l’impegno che abbiamo preso con le famiglie e le imprese per accompagnare nel migliore dei modi la ripartenza dopo i mesi di lockdown – afferma il sindaco Michele Pescini – Per le casse comunali questo significa rinunciare per il momento ad importanti entrate, un sacrificio necessario per tenere insieme la nostra comunità e pensare al futuro”.

Penna e cuore, dal 1991. Credo nella potenza delle parole, unica arma di cui non potrei mai fare a meno. Finisco a scrivere sui giornali un po' per caso, ma è quella casualità che alla fine diventa 'casa' e ho finito per arredarla a mio gusto. Sono esattamente dove vorrei essere. Ovvero, ovunque ci sia qualcuno disposto a leggermi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui