Presentato da Enrico Tucci il coordinamento comunale di Fratelli d’Italia, dopo la frammentazione della maggioranza all’interno dell’amministrazione e gli ottimi risultati ottenuti alle regionali

Si è tenuta questa mattina la presentazione da parte di Fratelli d’Italia del coordinamento comunale, alla presenza del commissario provinciale Francesco Michelotti, del commissario comunale Enrico Tucci e del capogruppo in consiglio comunale Maurizio Forzoni.

“Vogliamo tenere ben presenti tutte le anime e le sensibilità della provincia – ha esordito così l’assessore Michelotti – Dopo le regionali ci siamo messi a un tavolo per strutturare il partito a dovere. Abbiamo creato un organismo snello e valido che possa dettare le linee del partito in città ma anche in provincia”.

Il risultato delle regionali in città responsabilizza Fratelli d’Italia come tutto il centro destra “ma non è – come sottolinea Michelotti un risultato che serve a rivendicare dei ruoli, quanto a responsabilizzare noi e indicare le priorità nell’agenda politica della maggioranza”.

Sullo spostamento all’interno della maggioranza dagli ambienti civici verso i partiti, Fratelli d’Italia prende atto di ciò che avviene come un normale iter fisiologico della vita politica, fedele ai propri ideali di natura partitica e disinteressato a far ‘schierare’ non solo membri del consiglio comunale ma anche lo stesso sindaco.

“Abbiamo chiesto nel febbraio del 2018 a De Mossi di schierarsi con il centro destra, ma il sindaco rimane civico, esterno ai partiti ma con il sostegno di tutto il centro destra come due anni e mezzo fa”.

Come due anni e mezzo fa anche le alleanze, per modificarle e ristrutturarle bisognerà attendere il 2023, ma il partito si fa carico della responsabilità di aiutare la maggioranza a gestire i cambiamenti interni, per sopperire alle figure che sono venute meno esercitando un perno maggiore sui partiti.

Maurizio Forzoni ha espresso la soddisfazione di essere capogruppo di un partito che in consiglio comunale annovera non più 3 ma 5 unità, dimostrando così di aver ben lavorato con lealtà nei confronti dell’amministrazione locale.

“Abbiamo portato dei risultati, Siena si posiziona come la città più sicura della Toscana – ha commentato Forzoni – e grazie alla collaborazione con il prefetto e con il questore possiamo fare sempre meglio, portando a termine per esempio il Piano Operativo entro la fine dell’anno. ‘Rinnovamento e cambiamento’, questo il nostro intento”.

Presentato infine il coordinamento comunale da parte di Enrico Tucci, che ha elencato una squadra che “conosce la città e i cittadini, una squadra invidiabile che vuol valorizzare un’amministrazione di centro destra e rivendicare il ruolo di secondo partito in città”.

Il coordinamento comunale di Siena annovera, oltre al commissario Enrico Tucci, i nomi di Marco Ballini, Enrico Basile, Concetta Graziadio, Agostino Milani, Massimo Mori, Filippo Pauciullo, Filippo Rinaldi, Simona Santoro, oltre ai membri di diritto Paolo Benini, Maurizio Forzoni e Lorenzo Rosso (presidente di circolo).

“Prendiamo spunto dai modi di Nanni Moretti nel dire che ‘vogliamo dire qualcosa di destra’ – ha poi concluso Tuccitornare a comunicare la cultura di destra, che questo partito possiede”.

Le parole di Francesco Michelotti

Scrivere sempre, scrivere nonostante, scrivere e basta. ᴄ̴ᴏ̴ɢ̴ɪ̴ᴛ̴ᴏ̴ sᴄʀɪʙᴏ ᴇʀɢᴏ sᴜᴍ

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui