Palazzo Sansedoni cambia: oggi l’approvazione del bilancio e il via alla nuova deputazione generale

Un bilancio “molto positivo” e “fra i migliori degli ultimi dieci anni”. E’ quello che si appresta a varare la Fondazione Monte dei paschi oggi, durante la riunione della deputazione generale che sarà l’ultimo atto del mandato dell’attuale organismo. Il bilancio verrà presentato ufficialmente nella giornata di domani, ma dalla Fondazione Mps trapela grande positività per i numeri del 2020, grazie al lavoro di squadra portato avanti e ad alcuni investimenti fatti, nonostante il periodo Covid.

La nuova deputazione generale

Oltre all’approvazione del bilancio oggi è il giorno della nuova deputazione generale, che resterà in carica quattro anni e avrà il compito, fra l’altro, di nominare la nuova deputazione amministratrice e il nuovo presidente il prossimo anno. Quattordici membri, indicati dagli enti nominanti, che saranno “ratificati” dalla deputazione generale uscente dopo l’ok al bilancio 2020.

Il Comune di Siena ha già ufficializzato da tempo i propri nomi: Alessandro Manganelli (in quota Fratelli d’Italia), Riccardo Baccheschi (ceo di Achilles Vaccines), Monica Barbafiera (avvocato e garante della disabilità) e Margherita Anselmi Zondadari (critica d’arte). Due le nomine della Provincia di Siena: Serena Signorini (ex assessore all’ambiente, agricoltura e politiche giovanili nel Comune di Colle Val d’Elsa) e l’avvocato Leonardo Brogi.

Nessun dubbio poi per la Regione Toscana, che ha puntato su Paolo Chiappini, direttore della Fondazione Sistema Toscana. 

Le uniche conferme rispetto alla vecchia deputazione arrivano da Unistrasi e Curia: sono Andrea Erri (Università per Stranieri), direttore generale della Fondazione Teatro La Fenice di Venezia e Franco Guerri (Arcidiocesi).

Remo Grassi, amministratore delegato di Villa Banfi, è il designato della Camera di Commercio. L’Università di Siena ha scelto il professor Maurizio Casiraghi, docente all’Università Bicocca di Milano.

Per completare la deputazione generale, infine, bisognerà scegliere fra i curricula proposti dai tre enti (Consulta Provinciale del Volontariato di Siena, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dall’Irpet) che sono chiamati a indicare tre nominativi ciascuno.

Il MiBact ha indicato il trio formato da Patrizia Asproni, Giovanni Nistri, Emilio Barucci. Asproni è una manager culturale con un passato alla guida della Fondazione Torino Musei, oggi è presidente di Confculture. Nistri è stato comandante generale dell’Arma dei Carabinieri fino a tre mesi fa, ha guidato anche il nucleo carabinieri per la tutela del patrimonio culturale. Emilio Barucci è docente di matematica finanziaria al Politecnico di Milano. Irpet ha indicato i nomi di Anna Loretoni, prima donna alla guida delle Scienze sociali della Scuola Sant’Anna di Pisa e ordinario di Filosofia politica; il professore di economia dell’innovazione Mauro Lombardi e Marco Tognetti, giovane ma già affermato manager di Lama Agency. Infine la Consulta del volontariato che ha indicato Serenella Pallecchi (presidente Arci, sulla quale dovrebbe ricadere la scelta), Mirko Brogioni (che si occupa fra le altre cose di import ed export con la Russia) e Fulvio Benicchi (nel suo curriculum diversi incarichi nel no profit a Chiusi). 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui