All’ultimo giro di lancette disponibile, l’ex Siena Ortolini manda in visibilio la squadra biancoazzurra

PIANESE-LORNANO BADESSE 2-2
Reti: pt 9′ Sorrentino, 35′ Arras; st 31′ Zini, 49′ Ortolini
Pianese (4-3-3): Wroblewski, Lattanzi, Chinnici, Gagliardi, Bernardini, Simeoni, Marino, Islamaj (40′ st Misimovic), Arras (29′ st Mengali), Zini, Lepri (29′ st Kondaj). A disp. Mazzi, Folino, Coccia, Muratore, Tampwo, La Spada. All. Pagliuca
Lornano Badesse (4-3-1-2): Conti, Nassi, Riccobono, Guidelli, Manganelli, Gargano, Di Blasio (37′ st Magnano), Guitto, Ortolini, Corsi, Sorrentino (24′ st Rinaldini). A disp. Lombardini, Teso, Discepolo, Neri, Bedin, Amato, Siliberto. All. Bonuccelli
Arbitro: Alessandro Silvestri di Roma 1
Note: porte chiuse. Ammoniti: Marino, Nassi, Di Blasio, Mengali. Angoli: 3-4.

Prima la nebbia ha causato un ritardo di 45 minuti all’inizio della partita, poi il pareggio all’ultimo secondo di Ortolini: non è stata certo la miglior domenica per la Pianese, che era riuscita a ribaltare l’iniziale vantaggio del Badesse per poi farsi riagguantare in un finale rocambolesco, in cui avrebbe addirittura potuto triplicare lo score e portarsi a casa i tre punti. Un derby tutto sommato divertente, che ha visto momenti di gran calcio e che è stato, in tutti i sensi, una vetrina per la crème de la crème del calcio dilettantistico senese.

Neanche il tempo di fischiare il calcio d’inizio che gli ospiti passano in vantaggio: Sorrentino, match winner della gara di andata, realizza il “gol della domenica” insaccando dai 30 metri all’incrocio dei pali. La Pianese, dopo un primo attimo di sconvolgimento, si affaccia in area avversaria chiedendo un penalty per fallo di Manganelli su Arras, ma l’arbitro non ravvisa la massima punizione. D’altro canto, il Badesse potrebbe anche raddoppiare, se solo Guidelli non fosse impreciso in seguito ad una smanacciata di Wroblewski. Il match è vivace – per la soddisfazione degli accreditati – e non prevede un attimo di pausa: il talento Arras prima manda a lato di poco, e Islamaj poi non riesce a spingere in goal un ottimo cross di Lepri, oggi alla prima da titolare. Un colpo di testa di Simeoni terminato alto è il preludio al gol del pareggio: Lepri subisce fallo da Guidelli su una ribattuta dettata da una traversa colpita da Arras. Lo stesso 9 si prende la responsabilità del rigore e lo realizza, spiazzando Conti.

Al ritorno in campo, i bianconeri partono meglio, seminando il panico dalle parti dell’estremo difensore avversario. Il Badesse non ci sta e grazie a Sorrentino tenta di ripassare in vantaggio con un colpo di testa che, però, finisce fuori. I ritmi sono più lenti rispetto alla prima frazione: Islamaj si fa vedere con un diagonale disinnescato da Conti, poi il neo entrato Mengali impensierisce il numero 1 avversario con una doppia conclusione. Alla mezz’ora le Zebrette raddoppiano: Marino, di prima intenzione su cross di Chinnici, scaraventa la sfera sul montante; sul pallone arriva Islamaj che viene neutralizzato da Conti che, alla fine, non può fare niente sul tap-in di Zini. Sarà l’inizio di un quarto d’ora incandescente: all’81’ i biancoazzurri sfiorano il 2-2 sbattendo contro la traversa dopo un colpo di testa di Ortolini sporcato da Wroblewski. A tre minuti dalla fine dei tempi regolamentari, Mengali fallisce il 3-1 sparando debolmente sul portiere del Badesse. La legge del calcio è però severissima: ad ogni gol sbagliato, si dice che ne corrisponda uno subito. Così, la squadra di Vitaliano Bonuccelli, all’ultimo tentativo, incredibilmente pareggia: l’ex Robur Siena Ortolini, in seguito ad un’azione da calcio di punizione, insacca svettando più in alto di tutti, e permettendo alla squadra di Monteriggioni di portarsi a casa un punto sofferto e utilissimo per la classifica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui