“Il problema è la mancanza di posti nei Centri di Accoglienza Straordinaria. Ci sarebbe la struttura di Montalbuccio, ma il Comune la tiene vuota”

L’associazione Refugees Welcome Siena ha commentato la situazione legata ai senzatetto in città attaccando il Comune di Siena: “A nome dell’Associazione Refugees Welcome Siena, tra le promotrici della rete solidarietà costituitasi ad agosto per aiutare Caritas e Corte dei Miracoli che da maggio scorso fronteggiavano da soli ‘l’emergenza pakistani’, dissentiamo dalla falsa narrazione riportata dal Comune di Siena“.

“Infatti, a parte l’ordinanza di sgombero – prosegue l’associazione -, il Comune ha solo partecipato, dopo varie assenze, al tavolo della Prefettura del 14 settembre scorso ove ha autorizzato una tensostruttura che prevedeva 20/30 posti, poi sostituita da 12 posti in struttura muraria, nella sede della Caritas di via Mascagni. Inoltre, tale intervento, pur encomiabile, non risolve il problema di fondo per cui queste persone sono bloccate a Siena, cioè la mancanza di posti nei Centri di Accoglienza Straordinaria, in cui dovrebbero essere inseriti al momento della domanda di asilo. Per tale carenza la Questura nega ai profughi un diritto sancito dalla legge e dalla Costituzione“.

“A questo proposito teniamo a precisare che il Comune ha un centro pronto a Montalbuccio – sottolinea l’associazione -, adibito mesi fa per gli ucraini, ma rimasto inutilizzato, e una convenzione con un ente gestore, ma preferisce tenerlo vuoto, piuttosto che sistemarci 20/30 pakistani“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui