Il sindaco di Siena Luigi De Mossi: “La crisi che stiamo vivendo è destinata ad aggravarsi, sarà al centro dell’agenda amministrativa”

Da Siena per Siena”. Il sindaco Luigi De Mossi ha convocato, tramite lettera ufficiale, enti e associazioni del territorio per un incontro sull’emergenza caro prezzi e bollette. L’appuntamento è fissato per lunedì 3 ottobre alle ore 17 all’interno della Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico. Sarà un primo incontro per definire le linee strategiche entro le quali l’amministrazione si muoverà per mettere a disposizione di famiglie e imprese le risorse, che ammontano a 1 milione e 340mila euro, stanziate con la variazione di bilancio approvata nell’ultimo consiglio comunale.

“La crisi che stiamo vivendo – sottolinea il sindaco Luigi De Mossi – e che è destinata ad aggravarsi nei mesi invernali con l’esposizione dei costi dell’energia e del carburante, sarà al centro dell’agenda amministrativa mia e della giunta. Ci concentreremo su questo tema perché non c’è minaccia più grande né necessità più urgente. E lo faremo caratterizzando la parte finale del mandato in una logica anti-crisi. Stiamo creando un gruppo di lavoro interno al Comune, una vera e propria unità anti-crisi, che ovviamente avrà al centro l’agenda sociale. E, in una logica inclusiva e di dialogo con il territorio, stiamo dando vita – proprio a partire dall’incontro di lunedì – a un tavolo di coordinamento sui temi della crisi con tutti i portatori di interesse del territorio. Dagli attori economici e produttivi a quelli sociali. Nella convinzione che dal lavoro comune possano scaturire soluzioni più efficaci. E anche per aiutarci a indirizzare al meglio quella prima importantissima dotazione che abbiamo approvato nelle scorse settimane: oltre 1,3 milioni di euro destinati all’emergenza di famiglie e imprese”.

Nella lettera di convocazione l’amministrazione scrive come il momento di grave crisi sia da affrontare tutti insieme, così come fatto per il Covid, reagendo e mostrando quanto sia coesa la società senese. “Mai come ora – si legge – l’emergenza degli approvvigionamenti legati ai consumi, alle materie prime, alle bollette e ai costi che le famiglie devono sopportare, morde il portafoglio e soprattutto la tranquillità e la serenità dei cittadini”. Nella lettera si ricorda come il Comune ha approvato una variazione di bilancio di 1 milione e 340mila euro al fine di sopperire e alleggerire i disagi, le preoccupazioni, i costi che la cittadinanza è costretta a sopportare. E’ necessario, secondo il Comune, strutturare una commissione molto operativa, per individuare strumenti, settori e iniziative più sensibili per contenere l’aumento delle bollette e l’andamento dei costi. Ovviamente il Comune farà la sua parte per la distribuzione dell’ammontare individuato.

La convocazione è stata inviata, fra gli altri, a Prefetto, Questore, Presidente del Tribunale, Arcivescovo, Procuratore della Repubblica, Presidente della Provincia, Camera di Commercio, associazioni di categoria, ordini professionali, Sunia, Caritas, Cri, Misericordia e Pubblica Assistenza di Siena, Protezione Civile, Magistrato delle Contrade.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui