ecomostro tognazza

L’ecomostro alla Tognazza è di proprietà della Curia che voleva realizzare una chiesa per il giubileo 2000

L’ecomostro alla Tognazza è ancora, dopo 30 anni, senza un futuro, e giorno dopo giorno sta cadendo a pezzi. La struttura è in via Ferrini, dietro la sede di Vismederi, a neppure dieci metri dalle nuove abitazioni realizzate nei primi anni 2000.

Era il capannone della ditta Cappannoli, officina che realizzava componenti meccaniche di arredo. Nei primi anni ’90 fallì e fu messa all’asta, capannone e terreno furono acquistati dalla Curia di Siena per realizzare una nuova chiesa in vista del giubileo 2000. Ma poi non si trovarono le risorse finanziarie e cambiò l’assetto delle parrocchie e della chiesa non ci fu bisogno. Un secondo tentativo fu quello di realizzare uno studentato, ma anche per quello non furono trovate risorse.

Mel 2019 un pezzo di guaina del tetto fu sradicata dal vento e finì contro i palazzi confinanti. Fu richiesto di mettere in sicurezza l’immobile e così fu circondato da teloni che ne coprivano la vista. Ma da allora non è stato fatto nient’altro. La recinzione è caduta in molte parti e all’interno del capannone pericolante può entrare chiunque.

Al momento non esiste un progetto realistico per questa struttura che la Curia vorrebbe vendere ma con il vincolo di creare anche una struttura per il culto. Difficile, a queste condizioni, trovare dei compratori.

In compenso i teloni sono stati strappati dalle intemperie e l’ecomostro appare in tutta la sua desolazione.

Susanna Guarino
Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui