Scompare una delle attrici più influenti della storia del cinema italiano. Nel 2022 aveva vinto un premio a San Gusmè

Lutto per il mondo del cinema. All’età di 90 anni è scomparsa Sandra Milo, all’anagrafe Salvatrice Elena Greco, attrice tra le più importanti della storia cinematografica italiana e non solo. “Sandrocchia”, com’era soprannominata, è stata una delle muse di Federico Fellini. Nata a Tunisi nel 1933, tra i suoi film più noti ci sono “Il generale Della Rovere” di Roberto Rossellini e  dello stesso Fellini.

Negli ultimi anni Sandra Milo era stata spesso in provincia di Siena. La prima volta nel 2020 a Chianciano Terme, quando visitò la mostra fotografica organizzata dal Terre di Siena Film Festival in occasione della rassegna “Terme di Chianciano Fellini 100”, commuovendosi anche di fronte alle immagini del regista. Poi nel 2022 a San Gusmè quando si aggiudicò il premio Stelle dello Spettacolo.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui