Al via i lavori alla scuola Giovanni Duprè: bambini trasferiti nei plessi scolastici di San Miniato e Presciano

Si apre ufficialmente il cantiere per i lavori alla scuola primaria Giovanni Duprè, con conseguente trasferimento dei bambini nei plessi scolastici di Presciano e San Miniato. Il lavori resi necessari per una questione di sicurezza della struttura, comporteranno infatti lo spostamento di alcune classi, situazione che ha portato un discreto numero di famiglie a mettere in luce disagi dovuti a spostamenti e organizzazione. A rendere indispensabile un intervento, il distacco di parte dell’ intonaco del soffitto della segreteria avvienuto il 28 aprile 2021.

Il servizio manutenzione immobili del Comune su indicazione dei vigili del fuoco ha messo in sicurezza i locali, ovviamente chiudendo la zona dove si è verificato il distacco e portato avanti le procedure per le ulteriori verifiche prescritte dai vigili del fuoco stessi.

A seguito del pericoloso evento, l’amministrazione comunale ha fatto richiesta al Miur dei fondi necessari per l’intervento.

Negli scorsi giorni, si è tenuto un incontro tra il sindaco, i rappresentati di classe e i genitori in cui si è ampiamente discusso su quello che è sorto alla luce dell’avvio del cantiere. “Sono dispiaciuto per il disagio arrecato, ma sarà atto a tutelare la sicurezza dei ragazzi in ogni sua forma”, così si era espresso De Mossi sulla questione, specificando la necessità di intervenire il prima possibile per garantire la sicurezza della struttura.

Le risorse erogate dal Miur per i lavori ammontano a 200mila euro.

Al Comune in data 9 novembre 2021 è arrivata la relazione dell’ingegnere Notoli, progettista e direttore dei lavori. Nella nota è chiaramente specificato che “pur essendo l’intervento limitato ad una parte della superficie dei piani 1 e 2, il cantiere produrrà vibrazioni e rumori non compatibili con le attività didattiche e pertanto sarà necessario sgombrare il numero maggiore di aule, con particolare attenzione a quelle ubicate nella zona limitrofe al cantiere”.

“Per questo motivo – ha spiegato l’assessore alla scuola Paolo Benini – abbiamo dovuto trovare una sistemazione a circa 350 alunni ed integrare il servizio mensa e il trasporto scolastico verso le nuove sedi di Taverne e San Miniato”.

E’ stato previsto un punto di raccolta nel piazzale antistante l’ingresso del Palazzo San Niccolò (complesso ex ospedale psichiatrico) sia per gli alunni che arrivano con il trasporto scolastico, sia per coloro che arrivano con i propri mezzi. Il punto di raccolta sarà coperto e protetto, presidiato dal personale di custodia per l’accompagnamento degli alunni sugli autobus, nel pieno rispetto delle misure anti Covid.

E’ previsto anche un percorso per accompagnare gli alunni fino all’ingresso dell’istituto “Giovanni Duprè”, sia pedonale con transenne, sia con veicoli privati. Per l’accompagnamento degli alunni sarà consentito il transito in via Roma con uscita obbligatoria (entro le ore 8.40) da via dei Pispini.

Gli autobus dedicati al trasferimento degli alunni negli altri plessi scolastici attenderanno nel punto di raccolta, previsto come specificato nel piazzale antistante l’ingresso del Palazzo San Niccolò (complesso ex ospedale psichiatrico). Sui mezzi di trasporto sarà presente personale di accompagnamento, il tragitto avverrà nel pieno rispetto delle misure anti Covid.

Nella zona di via Roma sarà presente un congruo numero di agenti della Polizia Municipale. All’uscita dai plessi di Presciano e San Miniato, gli alunni che già usufruivano del trasporto scolastico verranno riaccompagnati direttamente alle fermate richieste, in prossimità della propria abitazione.

Gli altri saranno riaccompagnati presso l’istituto “Giovanni Duprè” al punto di raccolta nel piazzale antistante il Palazzo San Niccolò (complesso ex ospedale psichiatrico).

Il servizio mensa sarà garantito in entrambe le sedi da Asp Città di Siena.

Sul ‘caso Duprè’ sono state tante le voci che hanno voluto esprimersi, in quanto i dubbi da parte di famiglie e docenti sono cresciuti nel tempo, fino ad arrivare a duri scontri con l’amministrazione. A prendere parola anche i sindacati: “La scuola è iniziata il 15 settembre, quindi il personale, gli studenti e le studentesse frequentano i locali della Duprè da più di due mesi: l’urgenza con cui l’Amministrazione comunale ha deciso di dare avvio ai lavori di ristrutturazione lascia intendere che il Comune abbia permesso la frequentazione da parte della popolazione scolastica di un plesso non sicuro. Noi speriamo e pensiamo che così non sia, altrimenti occorrerebbe porsi delle domande sulle condizioni di tutte le strutture che si trovano nel Comune di Siena per le quali l’Amministrazione ha certificato le condizioni di sicurezza, come è avvenuto per la scuola primaria Duprè a inizio anno scolastico”.

Intanto, questa mattina ha preso il via il cantiere e, di conseguenza, il piano di trasferimento degli studenti presso le sedi scolastiche di Presciano e San Miniato, in cui nei giorni scorsi sono stati fatti sopralluoghi e interventi atti a rendere le strutture idonee ad accogliere i bambini.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui