Aumentate le soglie Isee dei requisiti per accedere ai benefici e gli importi della borsa

L’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana ha pubblicato in coerenza con gli indirizzi approvati dalla Giunta Regionale in materia di diritto allo studio, il bando per l’assegnazione della borsa di studio ed il posto alloggio per il sostegno degli studenti universitari che hanno scelto di iscriversi per l’anno accademico 2023/2024 negli Atenei della Toscana. Il bando è promosso nell’ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani. La scadenza per la presentazione della domanda è fissata per le ore 13,00 del 6 settembre 2023.

Il concorso è rivolto a coloro che intendono frequentare o già frequentano uno dei corsi di laurea delle Università e degli Istituti di alta formazione presenti nel territorio della regione in possesso di determinati requisiti economici e di merito. I vincitori della borsa otterranno un contributo monetario, l’accesso gratuito alle mense universitarie e, per i fuori sede, la possibilità di soggiornare in una delle residenze universitarie del DSU Toscana, oltre l’esenzione dal pagamento delle tasse universitarie concessa dai maggiori Atenei.

Per partecipare al concorso per l’assegnazione della borsa di studio e posto alloggio è necessario compilare l’apposita domanda presente sul “Portale dei Servizi on Line” accessibile dal sito www.dsu.toscana.it. Sul portale sono reperibili tutte le informazioni in merito, inserendo i dati relativi alla Dichiarazione Sostitutiva Unica valida per le prestazioni per il Diritto allo Studio Universitario relativamente al codice fiscale dello studente richiedente il beneficio che va sottoscritta entro il termine perentorio del 6 settembre 2023 pena l’esclusione dal concorso. Gli studenti devono accedere al portale dei servizi on line tramite SPID.

Leggermente innalzati i valori di riferimento degli indicatori della situazione economica equivalente Isee e della situazione patrimoniale equivalente Ispe che salgono, rispettivamente, a 25.000 euro e a € 53.000 euro, permettendo ad una numero maggiore di studenti di poter ottenere i benefici ed è stata aumentata la quota monetaria pro capite della borsa.

Continuerà ad essere erogato il contributo affitto, concesso agli assegnatari di posto alloggio che, in attesa della convocazione in una delle Residenze Universitarie del DSU Toscana, devono trovare sistemazione nel mercato privato, con una integrazione pari a € 3.000,00 per i vincitori di borsa annuale e di € 1.500,00 per i vincitori di borsa semestrale.

Viene posta la solita attenzione agli studenti disabili riservando parametri Isee ed Ispe differenziati  con soglie più alte rispetto alla generalità degli iscritti così come maggiori sono gli importi della borsa.

Gli studenti stranieri già vincitori di borsa di studio nell’anno accademico 2022/2023 che intendono ripresentare domanda per l’anno successivo ma nell’ambito dello stesso ciclo di studi potranno confermare i propri dati economico-patrimoniali, se la loro situazione non ha subito cambiamenti rispetto all’anno precedente, dichiarando nella domanda l’assenza di variazioni rispetto alla condizione rappresentata nel concorso 22/23 senza dover allegare la documentazione relativa al requisito economico. La norma non è valida per gli studenti del ciclo unico che si iscrivono al quarto anno e per gli studenti che si iscrivono alla laurea magistrale che devono, invece, ripresentare la documentazione .

Ulteriori agevolazioni sono previste per gli studenti di cittadinanza ucraina per quanto riguarda le modalità di presentazione della documentazione per fare richiesta dei benefici.

Per tutti i dettagli sui requisiti di partecipazione, presentazioni, scadenze si prega di leggere il bando integrale pubblicato sul sito www.dsu.toscana.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui