pianese

Basta una ripartenza ai pisani per tornare a casa con i 3 punti. Partita piuttosto spenta, le inseguitrici ora sono a -1

La Pianese esce clamorosamente sconfitta dallo scontro contro il Mobilieri Ponsacco. È la seconda nel girone di ritorno (o nel 2024, che dir si voglia), mentre in quello di andata ne era arrivata soltanto una alle idi di settembre, contro un avversario un po’ più temibile come il FolGav, oggi tornato a -1 dalle Zebrette.

PIANESE – MOBILIERI PONSACCO 0-1
Reti
: 92′ Borselli

Pianese: De Fazio, Morgantini, Loporto (20′ st Bramante), Miccoli (13′ st Simeoni), Polidori, Boccadamo, Remy (40′ st Di Mino), Proietto (35′ st Lulli), Mignani, Ledonne, Mastropietro. A disp. Iurino, Tognetti, Di Martino, Falconi, Monanni. All. Fabio Prosperi
Mobilieri Ponsacco: Fontanelli, Bardini, Nieri (27′ st Matteoli), Milani, Grea, Brondi (36′ st Innocenti), Sivieri (27′ st Panattoni), Bologna (20′ st Fasciana), Regoli, Borselli, Fischer. A disp. Falsettini, Italiano, Mogavero, Milli, Pellegrini. All. Francesco Bozzi
Arbitro: Bruno Spina di Barletta
Note: angoli 12-0. Ammonizioni: Fischer, Ledonne, Grea, Remy, Milani, Sabia, Iurino. Recupero: pt 1’, st 4’.

I pisani, prima dell’inizio ultimi in classifica, erano giunti sulla Monte Amiata più per non sfigurare, che per fare punti: come succede spesso in questi testacoda, alla fine l’importante è non sfigurare. Non avendo niente da perdere, però, la cinicità della squadra ospite ha prevalso sulla sfortuna dei locali, che hanno avuto diverse occasioni non sapute capitalizzare. Poi, al 92′, Borselli ha infilato la palla in rete. E il Ponsacco ha infilato i punti nel… Borselli.

Il primo tempo è piuttosto di marca bianconera: l’occasione clamorosa capita all’8′ al fantasista Ledonne che non riesce a inquadrare la porta sguarnita a più o meno due metri di distanza. Il numero 10 della Pianese è di certo il più attivo della banda di Prosperi, e sicuramente una delle noti più piacevoli della stagione dopo l’anticipo già concesso in metà della scorsa stagione. Intorno al 20′, una sua punizione indirizzata al set mette seriamente in pericolo l’imbattibilità di Fontanelli, susseguito cinque minuti dopo da un’inzuccata di Mastropietro che per poco finisce sopra la traversa.

Secondo Tempo

Da lì, niente di più fino ad inizio secondo tempo, quando Polidori buca l’estremo difensore ponsacchino su azione da angolo ma viene bloccato in posizione di fuorigioco. Gli unici altri due sprazzi sono sempre causati dalla premiata ditta Ledonne-Mastropietro, che spara alto, e dall’ospite Ieri, autore di una bella serpentina a saltare due bianconeri che si conclude con un tiro impreciso.

Da quel momento al recupero del secondo tempo, la partita vive sì di tiri verso la porta, ma praticamente mai in porta. E la Pianese, incredibilmente, capitombola all’ultimo secondo. Una disattenzione locale porta la squadra ponsacchina a ripartire in velocità: Borselli ottiene palla e dal limite dell’area calcia un missile rasoterra talmente angolato che De Fazio non ci può arrivare nemmeno buttandoci i guanti. Finisce 0-1, ma non è questa l’unica notizia pessima di giornata: le inseguitrici Livorno e Follonica Gavorrano vincono entrambe e si portano a -1 dalle Zebrette. Che rimangono in testa, ma che perdono una partita cruciale per aver un match di vantaggio (o una possibilità in più di sbagliare, se così si vuole intendere) su tutte le altre pretendenti. Sperando che i punti persi oggi, contro l’ultima in classifica, alla fine non contino.

La classifica

Il Mondo Pianese

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui