Le imprese extra-agricole danneggiate dagli eventi atmosferici del 28-30 ottobre 2018 avranno tempo fino al 4 settembre per presentare la domanda

Prorogati i termini della procedura per richiedere i contributi, a seguito dei danni verificati dagli eventi atmosferici del 28-30 ottobre 2018, da parte delle imprese extra-agricole comprese quelle già beneficiarie o richiedenti il contributo di primo sostegno. Lo rende noto il Comune di Siena precisando che, per queste ultime, l’importo del contributo sarà calcolato sottraendo quanto già riconosciuto.

La nuova scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le ore 23:59 del prossimo 4 settembre, mentre per la presentazione della documentazione di spesa il termine è il successivo 31 ottobre.

Il Comune ricorda inoltre che il “contributo è concesso entro il limite massimo di 450mila euro applicati sul valore indicato dalla perizia asseverata e con i seguenti limiti percentuali:

Per le domande di finanziamento riguardanti: a) la ricostruzione nel medesimo sito o la delocalizzazione in altro sito e il ripristino strutturale e funzionale dell’immobile, il finanziamento è concesso fino al 50% del limite massimo; b) il ripristino o la sostituzione degli impianti danneggiati o distrutti a seguito dell’evento calamitoso, il finanziamento è concesso fino all’80% del limite massimo; c) per le prestazioni tecniche (progettazione, direzione lavori, etc.) la relativa spesa, comprensiva degli oneri riflessi (cassa previdenziale e IVA) è ammissibile a finanziamento nel limite del 10% dell’importo dei lavori, al netto dell’aliquota IVA di legge, fermi restando i massimali indicati”.

Il Comune aggiunge, inoltre, che “in presenza di indennizzi assicurativi o altre tipologie di contributo corrisposti o da corrispondersi da altro ente pubblico per le stesse finalità, a detto indennizzo o altro contributo andrà sommato il finanziamento, fino alla concorrenza del danno risultante dalla perizia asseverata. In tal caso il finanziamento è integrato con una ulteriore somma pari ai premi assicurativi versati nel quinquennio precedente. Sono escluse le spese per ripristino di piscine, giardini, aree esterne”

Informazioni dettagliate sono disponibili sul link:  https://www.sviluppo.toscana.it/nuovo_ord558bis

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui