Greta Sartarelli presidente di Arcigay Siena: “Non c’è più tempo da perdere”

Una mobilitazione nazionale convocata a sostegno dell’approvazione di una legge efficace contro l’omotransfobia e la misoginia in vista del 20 ottobre, giorno in cui riprenderà alla Camera la discussione della proposta di legge licenziata dalla Commissione Giustizia e che ha come relatore l’onorevole Alessandro Zan. E’ quella a cui ha partecipato anche Siena, attraverso il flash mob organizzato questo pomeriggio in Piazza Salimbeni  dall’Arcigay Siena – Movimento Pansessuale che ha aderito alla piattaforma #DALLAPARTEDEIDIRITTI – nata in seguito dell’appello lanciato da All Out e Arcigay (http://allout.org/it/DallaParteDeiDiritti che ha già raggiunto quasi 70mila firme).  Alla manifestazione hanno aderito Arci Siena, Anpi Siena, Agedo Toscana, Famiglie Arcobaleno Toscana, Non una di meno Siena, Atelier Vantaggio Donna. 

“È arrivato il momento che l’Italia segua l’esempio degli altri Paesi europei – ha commentato Greta Sartarelli presidente di Arcigay Siena – Da troppi anni attendiamo una legge seria ed efficace per contrastare la violenza e le discriminazioni verso le persone LGBT+ e le donne, tutelando le vittime con risorse adeguate e politiche concrete. Non si può più girare la testa dall’altra parte.  È ora di fermare l’odio”. “Non c’è più tempo – conclude Greta Sartarelli – Parlamento e Governo devono approvare una legge seria ed efficace. Non accetteremo ulteriori compromessi a ribasso sulla nostra pelle. Siamo cittadine e cittadini di questo Paese e chiediamo una cosa semplice: poter vivere ed amare liberi dalla paura”.

L’intervista a Greta Sartarelli, presidente di Arcigay Siena.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui