La giornata internazionale degli appassionati del celebre scooter avrà una dimensione d’ambito

Mancano meno di 50 giorni all’evento vespistico più atteso dell’anno, quest’anno ancor più significativo perché vedrà il cuore pulsante della manifestazione proprio a Pontedera sede della Piaggio.

All’interno del contesto della manifestazione organizzata da Vespa World, Vespa club d’Italia e Vespa Club Pontedera, che si svolgerà dal 18 al 21 Aprile 2024, uno dei tour principali sarà curato direttamente dal Vespa Club Valdelsa e riguarderà la tappa di Volterra, considerando che il club valdelsano conta anche numerosi iscritti della Valdicecina.

Il club avrà l’onere ma soprattutto l’onore di accompagnare gli iscritti al Tour nella città dell’alabastro venerdì 19 Aprile e far scoprire la bellezza della città.

In questi giorni si è svolto un’incontro preparatorio per l’organizzazione del tour fra Vespa Club Pontedera/Vespa Club Valdelsa e l’amministrazione comunale di Volterra, che ha accolto la delegazione nella sua sede storica.

Il VWD 2024 rientra in una serie di eventi motoristici di primaria importanza, e il 19 aprile vedrà la Piazza dei Priori di Volterra riempirsi di vespe e vespisti provenienti da tutto il mondo, sotto la regia del club di Poggibonsi.

Ha espresso “piacere e soddisfazione che l’organizzazione del Vespa world e il Vespa club Pontedera abbiano accolto la nostra idea/proposta di valorizzare Volterra e di creare un opportunità – commenta il vice presidente del club valdelsano Matteo Occhini – sono molto orgoglioso che vespisti amici di tutto il mondo possano ammirare la città e il percorso tra Volterra e la Valdelsa”.

Insomma una manifestazione che potremmo definire di Ambito Turistico, visto che muove energie dalla Valdelsa a Volterra e viceversa. Con una carica di emozione in più, in quanto si tratta di un evento di livello internazionale, per appassionati di tutte le età.

Paolo Moschi
Un etrusco con gli occhi puntati sulla Valdelsa. Aperto a tutto quanto si muove nelle città e nei paesi a nord di Siena, per raccontare la vitalità di terre antiche e orgogliose, ma anche dal cuore grande

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui