discoteche

Capannina, Dario Migliorini: “Siamo il settore più colpito, fate riaprire anche noi”

Quello del mondo della notte è sicuramente uno dei settori più colpiti. Sin da subito (marzo 2020) si decise per la totale chiusura di queste attività e, solo per un breve periodo estivo, fu concesso uno spiraglio di riapertura. Inoltre, da ottobre, stiamo combattendo con il coprifuoco che impedisce l’attività lavorativa di questi locali. Ancora non ci sono disposizioni precise da parte del governo, o almeno, momentaneamente è confermata la chiusura, ma il mondo dell’intrattenimento si sta comunque muovendo per cambiare qualcosa, se non da subito almeno a partire da luglio.

Il governo starebbe lavorando a un protocollo, ma ci sono da sciogliere alcuni nodi e si partirebbe ada punti fermi: non riapriranno prima di luglio e bisognerà dimostrare di essere vaccinati o negativi al tampone massimo 36 ore prima della serata. I nodi da sciogliere: la capienza massima, le protezioni, il calendario della ripartenza sotto le stelle o al coperto

Il 5 giugno c’è stato un test, voluto proprio dalle associazioni di categoria, in due discoteche, una all’aperto e una al chiuso; l’obiettivo è dimostrare che questi non sono luoghi di contagio. Abbiamo sentito le parole di due senesi e noti gestori di discoteche: Ciccio Minucci e Dario Migliorini.

“Speriamo di poter tornare – afferma Ciccio Minucci, proprietario del “Papillon” – a svolgere la nostra attività a 360 gradi. Stiamo aspettando di ricevere nuove indicazioni riguardo alle possibili riaperture di quest’estate. Verranno effettuati due esperimenti con lo scopo di stabilire le linee guida per i locali all’aperto e quelli al chiuso; ci auguriamo di poter rimettere in moto le nostre attività che sono ferme dal 28 febbraio 2020. Siamo senza dubbio il settore più colpito perché non ci è stata concessa la possibilità, nemmeno in sicurezza, di ripartire. Il modus operandi, nel caso di una possibile ripartenza, sembra sia quello di far entrare solo chi abbia il pass vaccinale, coloro che abbiano già contratto il virus e chi ha fatto il tampone nelle 36 ore precedenti. In ogni caso siamo disposti ad accettare tutte le precauzioni necessarie per garantire la sicurezza dei clienti e provare una ripartenza. Abbiamo concesso i nostri locali per il centro vaccinale, una hub molto importante per tutta la provincia, nella speranza di raggiungere il prima possibile l’immunità di gregge. Gli aiuti del decreto ristori sono stati insufficienti, il mondo del divertimento ha ricevuto veramente degli spiccioli, ma vorrei ricordare alle istituzioni che noi siamo una componente fondamentale per la rinascita del turismo: senza il divertimento anche una città attrattiva come Siena perde molto.”

Le discoteche, solo quelle all’aperto, hanno avuto la possibilità di riaprire un mese, l’estate scorsa, ed è stato il periodo con il più basso contagio di sempre. Infatti rimasero aperte da luglio fino alla metà di agosto e, solo successivamente, intorno agli inizi di settembre, tornarono a crescere i contagi.

“Non ci sono indicazioni precise – sostiene Dario Migliorini, gestore della “Capannina” – riguardo a quest’estate, la speranza è quella di poter riaprire e tornare a lavorare. Nel frattempo ci stiamo attrezzando perché vogliamo farci trovare pronti. Attendiamo delle regole, che siano rispettabili e applicabili, per poter ripartire senza creare danni sociali o sanitari. Vogliamo ripartire rispettando tutte le regole che ci saranno imposte per rendere l’attività sicura. Gli indennizzi del decreto ristori sono arrivati in quantità molto misere, insufficienti e totalmente inadeguati soprattutto per chi ha locali invernali, al chiuso, i quali sono chiusi veramente da un anno e mezzo”.

Sono Lorenzo Vullo, un ragazzo di 23 anni, nato a Siena e laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali. Mi piace lo sport, la cultura, la politica e ho molto interesse per le nuove forme di comunicazione. Nel mio breve percorso lavorativo ho uno stage presso la redazione giornalistica di Radio SienaTV.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui