Marco Cioni, presidente Fipe Confcommercio Siena, lancia l’appello: “Bisogna spingere la ripresa. Green pass non è più necessario”

 “La curva dei contagi, così come la pressione sugli ospedali, è in netto calo ormai da molti giorni e l’imminente primavera non potrà che migliorare ulteriormente la situazione. Allo stato attuale è assolutamente necessario un ulteriore alleggerimento delle restrizioni in vigore per favorire il ritorno alla normalità per tutti i cittadini e per le imprese”.

E’ l’appello che lancia Marco Cioni presidente Fipe Confcommercio Siena, la Federazione italiana dei Pubblici esercizi, di bar, ristoranti, a nome di tutti i pubblici esercizi del territorio. Del resto qui, come altrove, nelle ultime settimane il contagio è in rapida discesa.

“In termini pratici – fa notare Cioni –  crediamo sia opportuno eliminare il green pass per il consumo nei pubblici esercizi non solo all’esterno, ma anche all’interno perché non più funzionale all’obiettivo per cui è stato introdotto nell’agosto del 2021”.

“Auspichiamo – spiega Cioni – che tutto il Governo possa dare voce a questa esigenza, condivisa dal presidente nazionale Fipe, Stoppani, e che noi facciamo nostra e rilanciamo. Le istanze di un settore, quello dei pubblici esercizi, che in questi due anni non ha mai anteposto i propri interessi, anche a fronte di perdite drammatiche (- 56 miliardi di € in due anni), a quelli di tutela della salute pubblica devono essere ascoltate”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui