Un Camp di Pallacanestro dal 31 agosto al 4 settembre

C’è voglia di ritrovare la normalità della vita anche nella sfera delle discipline sportive, così com’era prima dell’allarme covid, e il Costone sta cercando di mettercela tutta in un contesto sportivo che dovrà ricominciare da zero, o quasi. I ragazzi devono tornare tra i banchi di scuola, questa è una sacrosante verità, ma devono anche fare sport, così da avere una formazione completa, culturale e fisica.

“Sono questi i motivi che ci hanno indotto a organizzare un Camp di Pallacanestro dal 31 agosto al 4 settembre – sostiene il dg Andrea Naldini –  nonostante tutte le difficoltà del momento; un’opportunità per i giovani del nostro Territorio prima della ripartenza dell’anno scolastico. Lo sport come scuola di vita e completamento alla formazione umana del ragazzo. Da qui l’idea – prosegue Andrea Naldini – di chiamare a raccolta le prime due classi del basket giocato, vale a dire le annate 2008 (Under 13) e 2009 (Esordienti) in quello che vuole essere un vero e proprio reclutamento nei confronti di una fascia di età che, come già detto nei giorni scorsi dal Presidente Emanuele Montomoli, deve riassaporare la passione per la Pallacanestro che nella nostra Città vanta una tradizione più che secolare. Assieme ai ragazzi del 2008 e del 2009, che potranno trascorrere una settimana immersi nel nostro bellissimo impianto sportivo con ampi spazi all’aperto, vi saranno anche le bambine e i bambini del Minibasket nati dal 2010 al 2015. Una grande occasione dunque per vivere  un’anteprima esclusiva della stagione che partirà subito dopo la conclusione del Camp, a cui abbiamo voluto dare un titolo significativo: ‘We are Costone’, che è diventato anche l’hastag ufficiale della Società, il tutto a una cifra irrisoria (50 euro) proprio per venire incontro alle famiglie. Mi preme aggiungere – conclude il dg della Piaggia – che il Camp, così come la stagione sportiva, sarà supervisionato da una squadra composta da Tecnici e Istruttori qualificati di comprovata esperienza capeggiati da David Fattorini, con l’ausilio, questa è una novità assoluta, del ‘team tutor’, una figura che sarà di supporto e di ascolto, laddove necessario, ai ragazzi e alle loro famiglie”.

Una ripartenza pensata alla grande dunque, per una Società come il Costone che vanta 116 anni di storia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui