Parteciperanno 93 cavalli, tanti quelli iscritti al protocollo. Diretta su Gazzetta di Siena

Tutti in “Buca”, anche se virtualmente, per la giornata di corse di primavera. Quella di domani sarà la prima vera competizione dell’anno perché quelli di Mociano, visti finora, sono “lavori” di addestramento. Saranno 93 i cavalli protagonisti delle corse di primavera, distribuiti in 14 batterie fra mattina e pomeriggio. Tanti i cavalli esordienti e altrettanti quelli noti, un buon numero di soggetti fa parte anche degli iscritti al protocollo ma, vista la mancanza di corse da più di un anno, è ben comprensibile come proprietari e fantini, al di là di qualche sterile polemica cittadina, siano ingolositi da questo appuntamento. Fra i tanti presenti mancheranno due protagonisti dell’ultimo Palio: Uired e Vankook, due soggetti che, in un’ipotetica carriera, saranno, senza dubbio, i nomi da cui ripartire; così come in ottica Palio ci sono tre nomi, tra i fantini, pronti al rientro vista la fine delle rispettive squalifiche: Valter Pusceddu, Enrico Bruschelli e Giosuè Carboni; mentre per quest’ultimo è sempre valida la squalifica per le corse.

Molti i big che vedremo al canape, assenti solo Tittia, Silvano Mulas impegnato in pista e ovviamente Gavino Sanna. La pista sarà in ottime condizioni, i tecnici hanno svolto un lavoro di manutenzione visto che è stata disponibile tutto l’inverno per gli allenamenti, tranne che in zona rossa. In questi giorni è arrivata anche la conferma del Palio di San Vincenzo, il 3 di ottobre, mentre per Fucecchio le possibili date potrebbero essere l’11 luglio o il 26 settembre.

Osservati speciali

Prima batteria: Tanti i cavalli iscritti al protocollo nella prima batteria: Akida, Assalto, Alimor e Veranu. Tra questi il più esperto è Veranu, cavallo di Carlo Sanna, e unico ad aver completato il circuito. Da segnalare anche Aio Su Nanni, di Adrian Topalli, fantino veterano della Buca.

Seconda batteria: Tra questi quelli iscritti al protocollo sono Arsenico Lupen, Zaminde e Antelios. Da tenere sott’occhio sicuramente Zaminde, di Antonio Siri. Una cavalla con un’importantissima linea di sangue che negli anni ha dato grandi campioni; proprio Zaminde, nell’unico appuntamento dello scorso anno, impressionò tutti in freddezza e velocità.

Terza batteria: Tra i nomi del protocollo ci sono Ziculith, Vitzichesu, Zenios e Zio Giò. Su tutti sicuramente Vitzichesu, un cavallo che ormai da anni battaglia in provincia e che probabilmente potrebbe essere arrivato alla completa maturazione. Un soggetto su cui anche il suo allenatore, Alessio Giannetti, punta molto.

Quarta batteria: Batteria di bomboloni questa, ricca di cavalli esperti che hanno avuto modo di farsi notare ovunque siano andati. Fra gli iscritti al protocollo vediamo Tiepolo, già vincitore a Fucecchio; Vallerozzi, Un Sogno e Solo Tue Due. Merita una menzione “ad honorem” Red Riu, un monumento delle corse in provincia. Da segnalare anche Tay Tay, un cavallo che ha dimostrato di essere più che adatto alla pista della Buca.

Quinta batteria: Sono presenti Balzana e Espoir De Brume. Da tenere d’occhio anche Unaltaluna, cavallo di Mattia Chiavassa, che in questo anno ha ottenuto ottimi risultati in ippodromo.

Sesta batteria: Tutti cavalli giovani ma di grande prospettiva: Arestetulesu, Aramis King e Aurus. Il primo, allenato da Valter Pusceddu, è forse il più pronto e il più adatto ad una pista come la Buca. Gli altri due sono comunque soggetti interessanti, allenati molto bene e, soprattutto Aurus, con una grande linea di sangue.

Settima batteria: Troviamo Bombers e Benito. Il secondo è il più atteso anche perché montato da Adrian Topalli; su Benito la scuderia del pedule scommette per un grande futuro in provincia.

Ottava batteria: Fra gli iscritti al protocollo vediamo Ventosu, Tarocco e Virtù Senesi, di Andrea Sanna. Un altro soggetto che potrebbe fare molto bene è Zena, allenato da Andrea Coghe, che ha fatto vedere buone cose.

Nona batteria: Di cavalli “senesi” qui c’è solo Zarck. Occhi puntati anche su Zenia Zoe, di Carlo Sanna.

Decima batteria: Anche in questa batteria ce n’è solo uno di cavalli iscritti al protocollo: Dionisio Da Clodia. Un soggetto che ha sempre fatto molto bene e attraversa un buon periodo di forma è Zodiaco De Aighenta, cavallo da gran premio con una categoria importante, di Federico Arri.

Undicesima batteria: Altra batteria di lusso. Nomi noti quelli di Rodrigo Baio, Rombo De Sedini e Querida De Marchesana. Soggetti di qualità che si sono messi in mostra anche in Piazza Del Campo. Altri due cavalli di altissima qualità che hanno vinto ovunque abbiano corso: Adone Da Clodia, al suo vero esordio in provincia, e Qui Pro Quo.

Dodicesima batteria: Troviamo Arrebocabada e Circe Da Clodia. Particolare attenzione anche per Sultano Da Clodia che in questa pista potrebbe fare molto bene.

Tredicesima batteria: Fra gli iscritti al protocollo vediamo Ugar, Zio Rosas e Vino santo, montato dal giovanissimo Francesconi. Il secondo, Zio Rosas, è uno dei nomi più attesi; con Michel Putzu potrebbero formare una grande accoppiata.

Quattordicesima batteria: Presenti anche tanti cavalli esperti come S’Othieresu, Symposium e Ardeglina. Un altro soggetto da tenere d’occhio è Vajana De Campeda, montata da Luca Boldrini.

Insieme a Boldrini ed ovviamente Topalli, in pista per la prima giornata di corse sarà presente anche il terzo fantino fucecchiese, Vincenzo Turco.

L’appuntamento è per domani mattina, Gazzetta di Siena trasmetterà l’intera giornata di corse in Buca.

Sono Lorenzo Vullo, un ragazzo di 23 anni, nato a Siena e laureato in Scienze Politiche e relazioni internazionali. Mi piace lo sport, la cultura, la politica e ho molto interesse per le nuove forme di comunicazione. Nel mio breve percorso lavorativo ho uno stage presso la redazione giornalistica di Radio SienaTV.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui