Convention Bureau Terre di Siena era nato nel 2019 per consorziare soci pubblici e privati con il Comune capofila

Vi ricordate Convention Bureau Terre di Siena? Se ne parlò molto nel 2019, quando nacque. Fortemente voluto dalla precedente amministrazione, è nato come progetto che proponeva un modello organizzativo e operativo del sistema di promozione dell’offerta MICE (Meetings, Incentives, Conferences and Exhibitions che sta per riunioni, incentive tour, conference ed esposizioni) per il territorio senese sul mercato nazionale e internazionale.

Ne erano soci pubblici il Comune di Siena, la Camera di Commercio, l’Università di Siena, la Chigiana. A questi si sono uniti circa 40 soci privati: albergatori, organizzatori di wedding, ristoratori, Ncc. Insomma, tutto ciò che può essere interessato al turismo.

La società consortile a responsabilità limitata aveva l’obiettivo di stimolare il settore del turismo in alcuni ambiti particolari. Uno di questi è il turismo congressuale e convegnistico, poi il business dei matrimoni, i meeting e i grandi eventi in genere. Il consorzio permetteva di partecipare a fiere specialistiche nazionali e internazionali, con il nome di Terre di Siena. E andava a ricercare un turismo di medio-alto profilo, non interessato alla visita della città di tre ore.

Ha avuto risultati positivi? Troppa poca vita per dirlo. Appena nato (era il mese di ottobre del 2019) è incappato in due anni di pandemia.

Qualche convegno a Siena è arrivato, come ad esempio il WIM (Wedding Industry Meeting ) che nel 2022 portò a Siena circa 60 buyer e altrettanti piccoli imprenditori. Nel 2023 ha fatto tappa a Siena Italy at Hand Live Tour, evento itinerante co-organizzato da ENIT e Convention Bureau Italia, destinato ai buyers internazionali.

Ma il lavoro di Convention Bureau era soprattutto quello di promozione, quindi di “semina”. E, si sa, quando si semina i frutti non arrivano subito, un po’ di pazienza ci vuole.

Nel 2022 è stato eletto il nuovo cda composto da cinque consiglieri con la presenza di Istituzioni – Comune e Università degli Studi di Siena – e l’entrata di altri soci tra cui Federalberghi. L’ex assessore alle Attività Produttive del Comune di Siena Alberto Tirelli è stato eletto presidente e vicepresidente Rossella Lezzi candidata da Confesercenti, tutti a titolo gratuito.

Poi, dall’insediamento della nuova amministrazione, di Convention Bureau Terre di Siena nessuno ha più parlato. Eppure è proprio il Comune il capofila del consorzio.

Il presidente Tirelli, a domanda risponde brevemente: “Cerchiamo di capire cosa vuol fare il Comune, ma se non c’è la volontà di proseguire non resta che scioglierlo. Peccato disperdere un lavoro già avviato. Riceviamo spesso mail di buyers che chiedono informazioni, ne abbiamo oltre 300 con i quali avevamo avviato contatti, ma al momento non possiamo prendere impegni”.

Susanna Guarino
Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui