Al via una serie di aiuti per venire incontro a famiglie e esercizi commerciali: tra questi, agevolazioni per Cosap e Tari e rimborso per mensa e servizio pubblico

Per aiutare famiglie e esercizi commerciali in difficoltà a causa delle conseguenze lasciate dall’emergenza Coronavirus, il Comune di Castelnuovo Berardenga, guidato dal sindaco Fabrizio Nepi, ha approvato una serie di misure straordinarie. Obiettivo dare sostegno al tessuto socioeconomico del territorio e incoraggiare la ripartenza.

Tra queste, l’annullamento dal mese di aprile al 31 dicembre 2020, del pagamento del canone di occupazione di suolo pubblico, Cosap: il provvedimento riguarda tutti gli esercizi interessati da provvedimenti di sospensione dell’attività, ampliando l’annullamento previsto a livello nazionale.

Per quanto concerne la Tari per l’anno 2020, attraverso lo stanziamento di risorse proprie del Comune, sarà ridotta la tariffa per le utenze non domestiche interessate da provvedimenti di sospensione dell’attività disposti da normative nazionali o regionali e per le utenze domestiche particolarmente colpite dalla crisi economica. L’acconto Imu, invece, in scadenza il 16 giugno potrà essere pagato, nella quota di competenza comunale, entro il 31 ottobre 2020 senza incorrere nell’applicazione di interessi e sanzioni, presentando entro la stessa data la documentazione che attesta le difficoltà economiche. 

Il pacchetto di misure varato dal Comune prevede anche agevolazioni pensate per le famiglie: approvato il rimborso dei servizi di mensa e trasporto scolastico già pagati e di cui gli utenti non hanno usufruito a causa della chiusura delle scuole nell’emergenza Covid-19. Coloro che utilizzeranno i servizi nel prossimo anno scolastico potranno anche scegliere di computare gli importi nei prossimi mesi. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui